7 chiese italiane per congressi, eventi (ed esperienze)

Non è stato semplice, nel paese che ha fatto la storia della cristianesimo, selezionare 7 spazi per eventi e congressi all’interno di chiese.

Ma dal sacro al profano, dalle messe alle convention aziendali ecco le nostre 7 chiese italiane per congressi, eventi (ed esperienze).

Milano e il tennis in chiesa

Milano è piena di chiese sconsacrate e non a disposizione di eventi privati. Ne scegliamo una salita agli onori della cronaca per essere diventata la prima chiesa ad aver ospitato una partita di tennis, emblema di un progetto ben più grande e ambizioso denominato “The Firm in the Church”.

Parliamo di San Paolo Converso, dal 2014 sede operativa dello studio di architettura CLS Architetti che al suo interno ha dato il via a una serie di mostre di cui quella dell’artista americano Asad Raza con annessa partita di tennis svoltasi lo scorso autunno, è forse l’emblema di un progetto che ha restituito alla cittadinanza una chiesa sconsacrata e quindi off limits dal 1808.

Varese e i Sacri Monti

Sorti come percorsi devozionali che ricalcassero il pellegrinaggio in Terra Santa per renderlo fruibile ai fedeli italiani e non, di valenza pedagogica, ma anche simbolo della controriforma finanziata prima da Carlo e poi da Federico Borromeo per arginare i sempre maggiori consensi alla Riforma di Martin Lutero, i Sacri Monti sono l’ennesimo tassello del patrimonio storico di cui l’Italia può farsi vanto.

Sono diversi i percorsi dislocati tra Piemonte e Lombardia, che hanno coinvolto alcuni dei maggiori pittori e scultori dell’epoca. Mirabile quello di Varese, costituito da XIV cappelle che si susseguono una dopo l’altra dedicate al mistero del Rosario, l’ultima da togliere il fiato con sculture e affreschi che sembrano animarsi firmati tra gli altri da Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone.

Giunti in cima ti accolgono diversi negozi di artigianato, un museo dei burattini che merita di essere visitato, bar e ristoranti locali. Per gli organizzatori di eventi, particolarmente adatta in bella stagione, è la piazza principale. Come hotel e ristorante segnaliamo l’Hotel Colonne in attesa del rilancio del Grand Hotel Campo dei Fiori.

Bard, il forte della Valle d’Aosta

Su un rocca con evidenti scopi difensivi sorge il forte di Bard, fatto riedificare da Casa Savoia nel XIX, baluardo contro l’esercito napoleonico che lì fu costretto a una battaglia di due settimane. Oggi il forte ospita diverse mostre temporanee di artisti internazionali ed eventi legati alla storia delle Alpi e della Valle d’Aosta.

Tra le offerte messe a disposizione dal Centro Congressi la Sala degli Archi Candidi, con capienza massima di 100 posti, sorge sopra la Cappella di San Maurizio (oggi ingresso del Museo delle Alpi). La sala è caratterizzata da archi a botte e da due navate laterali, nelle quali è possibile allestire piccole esposizioni collegate all’evento o cabine per traduzione simultanea.

Venezia, storia e tecnologia

Non prettamente una chiesa, ma uno dei simboli della cristianità della Serenissima, la scuola di Santa Maria della Misericordia nasce nell’ambito del progetto delle “Grandi Scuole” di Venezia, nate nel medioevo come fenomeno laico di devozione e solidarietà.

Situata nel sestiere di Cannaregio, La Misericordia è oggi uno spazio unico nel panorama cittadino: 26 mila metri cubi su due piani, che uniscono arte, storia e architettura a impianti tecnologici all’avanguardia grazie a un sapiente restauro che non ha intaccato l’anima dell’edificio. Gli spazi sono ideali per ospitare eventi, mostre, meeting ed experience, performance o happening per oltre 800 persone.

Napoli, la Chiesa e il Convention Bureau

Recentemente è stato siglato un accordo tra Convention Bureau di Napoli e Museo Diocesano che ha permesso alle affascinanti sale del Complesso Monumentale di Donnaregina di essere disponibili per l’organizzazione di meeting ed eventi aziendali.

All’interno del complesso la chiesa trecentesca di Donnaregina Vecchia è una rara testimonianza dello stile gotico napoletano e con affreschi di artisti che hanno invece contribuito alla storia del barocco napoletano come Luca Giordano.

Negli spazi del Complesso sono state ricavate 7 sale congressi, di cui la maggiore, la Sala Navata, è in grado di ospitare fino a 400 persone a platea.

Matera, la chiesa nella roccia

Gioiello di modernità nel cuore della città dei Sassi, la Casa-Cava è uno spazio di 900 mq inaugurato nel settembre 2011, articolato in 10 ambienti scavati nel tufo di una ex cava nel cuore della città antica, nei pressi della Chiesa di San Pietro Barisano.

Concepito come spazio per eventi creativi e multimediali ha al suo interno un Auditorium che può ospitare circa 140 persone, allestito con tutte le strumentazioni necessarie per vari tipi di manifestazioni e concerti.

Si tratta di un complesso prevalentemente ipogeo costituito da un’antica cava a pozzo di origine post medievale riscoperta e restaurata a cura dell’Ufficio Sassi del Comune di Matera.

Savoca, dal Padrino alla Filarmonica

Sulla rocca di Savoca, comune in provincia di Messina, poco distante da Taormina e set cinematografico per alcune scene de Il Padrino, sorge il Centro Filarmonico di Savoca.

La struttura, realizzata ristrutturando un’antica chiesa sconsacrata con un’attenzione particolare rivolta all’acustica è ideale per mostre, incontri culturali e concerti nel vicino Centro Filarmonico di Savoca. La sala a disposizione ospita fino a 100 persone all’interno di una vera e propria opera architettonica in legno a forma di chiglia di nave. A poca distanza sorge il Resort Borgo San Rocco, splendido quattro stelle vista Ionico.

 

More 457 posts in In primo piano
Articolo consigliato
Eventi e digital, chiamate la finanza.

Dopo averci reso tutti allenatori, il soccer, con le recenti vicende sportive che hanno coinvolto...