Bulimia di eventi tra Alpi e Monte Stella

Nella diatriba tutta italiana che si sta scatenando attorno alla candidatura per le Olimpiadi Invernali 2026, la frase più intelligente l’ho letta in un’intervista fatta al Governatore della Regione Veneto, Luca Zaia.

“Noi – afferma – siamo della vecchia scuola, quelli che pensano che le Olimpiadi Invernali debbano servire a promuovere delle destinazioni sciistiche, perché chi ci guarda da tutto il mondo è un appassionato di sport invernali e quindi potenziale turista del domani”.

Per questo la candidatura “low cost” – così come l’ha definita lo stesso Zaia- di Cortina, supportata dalla Fondazione Dolomiti Unesco (e quindi anche da Regione Friuli Venezia Giulia e dalle Province di Udine, Trento e Bolzano) è a suo dire migliore, sia per ragioni economiche (meno costi per realizzazione di impianti) sia per motivi di marketing territoriale, rispetto a quelle di Milano e Torino.

Ma il Sindaco Sala, nel solco di EXPO, insiste sulla candidatura della sua Milano, e non pago del progetto di riapertura dei Navigli, del collegamento degli stessi con la famosa area della moda, dell’arte e del design di Via Tortona, della rinascita dell’area circostante la Fiera di Milano, adesso sogna, dopo le palme in Piazza Duomo, il super G sul Monte Stella.

Dalle Alpi Dolomitiche alle Cozie, la Sindaca Appendino, esulta per aver ricomposto i pezzi di un Consiglio Regionale inizialmente ritroso ad accettare la candidatura, nonostante Torino 2006 rimanga un ricordo positivo per tutti.

Va detto inoltre che, come Cortina rappresenta le Dolomiti, Torino simboleggia la porta di ingresso alle Alpi nord occidentali e quindi alle regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

La Vallée ha recentemente investito diversi milioni di euro nella riqualificazione della sua offerta, per esempio con la realizzazione della funivia panoramica SkyWay Monte Bianco e le piste, dal Cervino al Monte Rosa, non mancano di certo.

La corsa è aperta, anche se la vera sfida sembra giocarsi tra Torino e Cortina, tra 5 Stelle e Lega insomma. Briga per il Governo o opportunità di mostrare capacità di scelte condivise in situazioni delicate come i bandi per l’acquisizione di grandi eventi internazionali?

Staremo a vedere.

More 455 posts in In primo piano
Articolo consigliato
Come rimandare un evento. Da #CR7 a #DIGITALMICE2

La Juve, per volere del diretto interessato, ha annullato lo show di presentazione di CR7...