Destination Italia porta la Russia in Sardegna

Un selezionato gruppo di operatori di lingua russa ha partecipato nei giorni scorsi a un Fam Trip dedicato alla Sardegna promosso da Destination Italia, tour operator leader nel mercato incoming che vede lastminute.com group e Intesa Sanpaolo come azionisti.

L’educational è stato organizzato in collaborazione con la compagnia aerea S7 – che opera con voli diretti da Mosca e San Pietroburgo per Cagliari e Olbia con frequenze plurisettimanali – e con alcune importanti realtà ricettive presenti sull’Isola, tra cui Club Esse, Horse Country Resort, Italia Hotel Collection, Pullman Timi Ama e Forte Village.

Gli operatori, provenienti da Mosca, San Pietroburgo, Tver e Tashkent (Uzbekistan), sono stati accompagnati da Natia Kasradze, funzionario commerciale per l’Est Europa di Destination Italia e da Alena Likhoshva, sales representative della DMC italiana in Russia.

Il tour si è snodato lungo un itinerario che dalla costa dall’Ogliastra (Cala Gonone) ha toccato la Costa Smeralda, Alghero e la zona di Stintino, per poi scendere lungo la costa occidentale fino al Golfo di Oristano. Attraversando il centro dell’Isola, il gruppo ha poi visitato la zona di Santa Margherita di Pula, nel Sud della Sardegna, per terminare a Villasimius.

Tra gli obiettivi del Fam Trip, quello di presentare agli operatori russi interessati al nostro Paese l’articolata proposta turistica che Destination Italia è in grado di offrire in Sardegna agli ospiti provenienti da tutto il mondo. All’indiscussa accoglienza delle strutture e alla bellezza di paesaggi, spiagge, mare ed entroterra, si affianca infatti un caleidoscopio di offerte ed esperienze al contatto con la natura, la cultura e le tradizioni, prima fra tutti l’enogastronomia.

Il turismo russo in Italia è in sensibile crescita e ha fatto registrare nell’ultimo anno un incremento del 19%, scavalcando altre mete europee come Spagna e Francia e privilegiando il soggiorno presso strutture alberghiere,  scelte da 8 turisti su 10.  Uno sviluppo sostenuto, naturalmente, dalla programmazione dei vettori, ma che ha trovato supporto anche nella varietà e nella ricchezza dell’offerta del Bel Paese.

“L’accessibilità, soprattutto su un’isola, è sempre un fattore determinante al momento di considerare una destinazione per le vacanze, ed è importante valorizzare l’impegno dei vettori, creando interesse per gli operatori nostri partner sul territorio” – dice Ignazio Ciraulo, Head of Contracting di Destination Italia. – “Poter proporre un’offerta così varia e di pregio in Sardegna risponde alla promessa di essere la destination management company di riferimento per l’Italia e per ciascuno dei suoi territori”.

Il Fam Trip di Destination Italia in Sardegna fa parte di una strategia di promozione che, a rotazione, riguarda sia le mete più famose sia altre ancora meno frequentate del Paese. Il tour, che ha generato forte attenzione anche sui media non di settore, si è aperto con una cena conviviale con la partecipazione del Sindaco di Santa Teresa di Gallura Stefano Ilario Pisciottu e dell’assessore al turismo Stefania Taras, e si è chiuso con una tavola rotonda durante la quale sono state raccolte le impressioni dei TO russi sulla destinazione, da subito concretamente oggetto di nuove prenotazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *