I contenuti fuori dagli schemi della XII Convention di Federcongressi&eventi

Si svolgerà al centro congressi Vicenza Convention Centre-VICC di Vicenza dal 14 al 16 marzo la Convention dal titolo provocatorio Play Different. A inaugurare l’evento durante il quale saranno rinnovate le cariche associative Federico Caner, Assessore della Regione del Veneto al turismo, commercio estero e programmazione fondi UE

Fornire gli input per affrontare il presente e il futuro con l’approccio mentale giusto per cogliere l’opportunità di crescita data dai nuovi scenari economici e produttivi. È questa la sfida che si pone la XII Convention di Federcongressi&eventi che si svolgerà a Vicenza dal 14 al 16 marzo e che avrà il titolo provocatorio “Play Different”.

L’evento che si è ormai imposto come l’unica occasione di formazione e networking per l’intera meeting industry italiana (la partecipazione è estesa anche ai non-soci) quest’anno punta sul cambio di mindset per distinguersi in un mercato in continua evoluzione, e lo fa con il contributo di speaker d’eccezione nel corso degli oltre 15 tra seminari, tavole rotonde, sessioni plenarie e di approfondimento in agenda. La Convention che stimolerà il cambio di schemi mantiene però anche la sua mission di occasione di confronto tra l’industria del MICE e le istituzioni: a inaugurare l’evento interverrà, tra gli altri, Federico Caner, Assessore della Regione del Veneto al turismo, commercio estero e programmazione fondi UE il cui impegno a sostegno del comparto emerge in maniera concreta anche dal Piano strategico del turismo del Veneto appena approvato dal Consiglio regionale.

Play Different: gli input per farlo

Venerdì 15 marzo il palco sarà calcato dal giornalista e telecronista sportivo Federico Buffa che sarà condotto dal Presidente e fondatore dell’agenzia di comunicazione vanGoGh Creative Max Galli nell’intervento Il ROI dell’emozione. Un percorso creativo, ricco di ispirazioni e di storie che toccano il cuore. Buffa, grande esperto di cultura americana e per quasi vent’anni commentatore NBA su Tele+ e su Sky Sport, è coautore e protagonista dello spettacolo teatrale Le Olimpiadi del ’36 con il quale dal 2015 gira i teatri italiani e attraverso le sue antologie e le sue trasmissioni ha battezzato un nuovo modo di raccontare lo sport e il mondo. Lo storyteller che ha ridefinito la narrazione televisiva in Italia farà emergere perché in un’epoca di Big Data, dove dominano numeri, intelligenze artificiali e anonimi approcci precostituiti alla comunicazione, il vero motore del cambiamento consiste nel tornare alle radici e riscoprire il valore e l’efficacia delle emozioni.

Nella stessa giornata, sempre il cambiamento sarà al centro del seminario Open Agent: nuove competenze per sviluppare Organizzazioni Aperte: il Presidente di Forma del Tempo Paolo Bruttini svelerà il ruolo chiave che la nuova figura dell’Open Agent gioca in azienda per reinventare il futuro. A chiudere la seconda giornata della Convention sarà l’HR Manager e Consultant Tiziana Tronchin con Le ultime scoperte della neuroscienza al servizio della vendita, seminario che farà luce su come farsi comprendere dal proprio interlocutore pur non condividendo la medesima percezione della realtà.

Ad aprire la giornata di sabato 16 marzo sarà il Business Coach Claudio Belotti che con Il mondo è cambiato, ora tocca a noi spiegherà quali sono le caratteristiche richieste oggi dal mercato, abilità che ci rendono “super eroi”, professionisti cioè in grado di compiere imprese super nonostante le difficoltà. La chiusura in perfetto stile Play Different della Convention sarà affidata ad Alberto Mattiello. Il fondatore del Future Thinking Project della J. Walter Thompson farà luce su cosa significa rivedere i modelli di business in ottica Digital First, su quali sono le skill da coltivare in
questa fase di trasformazione digitale e su come sfruttare l’evoluzione tecnologica per creare esperienze sempre più personalizzate e interconnesse.

Location (e destinazioni) effetto wow

I lavori della Convention si svolgeranno al Vicenza Convention Centre-VICC, il centro congressi di recente restyling inserito nel quartiere fieristico vicentino gestito dall’Event & Conference Division di Italian Exhibition Group-IEG. Le serate, il Get-Together Party e l’Award Dinner durante il quale sarà presentato il Comitato Esecutivo 2019-2022 e attribuiti i premi FCE Awards, si svolgeranno in location dal sicuro effetto wow: la Fondazione Bisazza e la Basilica Palladiana.

Un segno tangibile dell’impegno profuso da IEG, in collaborazione con il Convention Bureau di Vicenza, partner della Convention, e dal Comune di Vicenza, per dare impulso all’attività congressuale vicentina, in linea con la recente sigla di un protocollo di intesa tra le parti sullo sviluppo della meeting industry sul territorio.

La Convention sarà un’occasione per scoprire la bellezza e l’offerta MICE non solo di Vicenza ma di tutto il Veneto: Venice Region Convention Bureau Network in collaborazione con l’Event & Conference Division di Italian Exhibition Group ha infatti organizzato 2 itinerari dedicati a professionisti organizzatori di congressi ed eventi per scoprire il “Veneto che non ti aspetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *