Italy at Hand, i numeri del successo della prima edizione

Italy at Hand, l’evento b2b MICE firmato Convention Bureau Italia e volto a promuovere l’offerta congressuale italiana nel turismo internazionale, si conclude con successo. 888 gli appuntamenti di business prefissati tra i 43 buyer internazionali e 45 operatori qualificati nazionali presenti. Tanti ospiti di caratura internazionale e 24 i partner coinvolti che hanno reso possibile la prima edizione del format.

Paragon, American Express, BBC sono solo alcuni nomi tra i 43 hosted buyer presenti all’evento. I buyer, decision maker europei pervenuti da 18 differenti paesi, hanno incontrato 36 operatori qualificati di tutto territorio nazionale e 9 territoriali ospitati dal Host Destination Corner di Bologna Convention & Visitors Bureau, partner della prima edizione di Italy at Hand. Tra gli exhibitor, le principali Destinazioni italiane, molti centri congressi, numerosi alberghi e catene alberghiere nazionali e alcune top agency.

Vincente è stata la collaborazione sinergica con il Bologna Convention & Visitors Bureau per l’individuazione di partner strategici territoriali, che ha permesso di aprire le porte di alcuni tra i palazzi più belli ed insoliti del territorio: Palazzo Re Enzo, sede degli appuntamenti di business delle due mattine, Palazzo Pepoli, Museo della Storia d Bologna, dove si è tenuta la cerimonia di apertura, Palazzo Gnudi che ha ospitato la cena di Gala, FICO Eataly World, che è stato sede della cerimonia di chiusura, Palazzo Isolani, che ha accolto i partecipanti di Art, una delle quattro tipologie di attività interattive e divertenti del pomeriggio del 2 novembre.

“Sono molto orgogliosa dei risultati che ha ottenuto la prima edizione di Italy at Hand. L’obiettivo che abbiamo raggiunto è per noi di CBItalia la realizzazione di un sogno, nato quattro anni fa con la costituzione dell’azienda, mirato ad un sostegno concreto di promozione turisticaper gli operatori nazionali e il turismo internazionale. A Italy at Hand abbiamo mostrato il meglio dell’Italia a portata di mano, promuovendo posti inediti di Bologna, di incredibile bellezza e storicità, grazie al lavoro prezioso territoriale con il Bologna Convention & Visitors Bureau, Host Destination Partner 2018. Abbiamo ospitato tre giorni Ray Bloom, fondatore e proprietario di IMEX Group e abbiamo dialogato on stage sul tema del turismo internazionale a FICO Eataly World con il suo fondatore Oscar Farinetti, suggello di “un nuovo matrimonio lavorativo”. Un ringraziamento speciale a tutti i partner che hanno reso possibile l’evento, a TERRAEVENTS partner creativo 2018 e a ENIT agenzia nazionale del turismo, sponsor della cena di gala. “ Commenta Carlotta Ferrari, Presidente di Convention Bureau Italia.

More 243 posts in Mice e Business Travel
Articolo consigliato
Pochi voli e tariffe troppo alte: l’Osservatorio congressuale siciliano lancia l’allarme

In occasione della VII Masterclass del Sicilia Convention & Visitor Bureau, tenuta al Saracen Sands...