L’audience dei contenuti editoriali passa anche da Facebook

Per la prima volta Audiweb pubblica i dati sull’audience dei contenuti editoriali fruiti dagli utenti nell’applicazione mobile di Facebook, mediante browsing e o Instant Articles.

Si tratta dei primi dati della nuova survey, realizzata in collaborazione con Nielsen, relativi ad agosto 2016 dei Publisher che a oggi hanno aderito al servizio. I dati saranno resi disponibili mensilmente, da qui a dicembre 2016.

I parametri monitorati sono:

– il numero di utenti unici (dai 13 anni in su) che hanno consultato almeno una pagina oggetto della rilevazione;

– il volume totale mensile di pagine viste mediante in-app Facebook browsing & Instant Articles su dispositivi mobili;

– le pagine viste per persona;

– la distribuzione per genere e fasce di età degli utenti e delle pagine.

editoria

Detto questo, abbiamo naturalmente dato un occhio ai risultati e scoperto che Fanpage, edito da Ciaopeople, con 7.962.362 utenti unici, è il quotidiano più letto tramite Facebook, seguito da La Repubblica (5.463.699) e se analizziamo le fasce di età scopriamo che non sono solo i più giovani a raggiungere tali contenuti attraverso Facebook: l’11% tra i 18 e i 24 anni, il 22,1% ha tra i 25 e i 34 anni, il 21,5% tra i 35 e i 44 anni, l’11,7% tra i 55 e i 64 anni, il 4,7% oltre i 64.

Abbiamo velocizzato il più possibile l’individuazione di una soluzione per la corretta attribuzione dei consumi dei contenuti editoriali fruiti tramite applicazione mobile di Facebook, in modalità in app browsing e Instant Articles e ce l’abbiamo fatta, offrendo al mercato dati affidabili per stimare la portata del fenomeno”, dichiara Marco Muraglia, presidente di Audiweb. “Il sistema di rilevazione di Audiweb è nato in un momento in cui i dispositivi mobili non raggiungevano ancora significativi livelli di penetrazione, mentre oggi il 77% del tempo trascorso online dai maggiorenni è da mobile, così come il 40,5% del tempo dedicato alla fruizione delle news online e il 41,5% delle pagine consultate nel mese**. Il nostro lavoro continua con grande impegno, per concludere anche la fase finale di selezione del progetto Audiweb 2.0, così da poter iniziare a lavorare concretamente sull’evoluzione del sistema entro il nuovo anno”.

Al momento non vi sono testate del mondo turistico siano essere leisure o business, sarebbe curioso rilevare in quale direzione stiano andando portali e siti di questo settore.

Cosa prevediamo nel prossimo futuro per l’editoria del turismo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *