Parte Destination Florence: userà l’intelligenza artificiale per limitare l’overtourism

In conferenza stampa a BTO 2017 il Sindaco di Firenze Dario Nardella e la Direttrice del Destination Florence Convention and Visitors Bureau Carlotta Ferrari hanno presentato Destination Florence, il primo progetto nazionale di Marketing e Promozione – tra un ente pubblico ed un consorzio professionale privato – sviluppato dal Destination Florence Convention and Visitors Bureau e realizzato in partnership con il Comune di Firenze che permetterà di monitorare i flussi turistici, diversificarne l’offerta e migliorare le strategie dell’ intera destinazione Firenze, qualificandone così il profilo dei fruitori e dell’ esperienza.

Per la prima volta in Italia, inoltre, una destinazione si dota di Intelligenza Artificiale per snellire e ottimizzare i flussi turistici. Grazie infatti alla collaborazione con l’Università di Firenze, verrà presentato un innovativo applicativo sviluppato dalla Facoltà di Ingegneria, grazie al Prof. Paolo Nesi ed al suo team, che consente il monitoraggio dei flussi turistici in tempo reale con possibilità di dirottare il turista verso destinazioni di interesse a minore pressione di affollamento.

“Questo è un progetto unico in Italia – ha affermato il sindaco Nardella – per ridisegnare le strategie e gli strumenti di miglioramento della qualità dei flussi nelle città ad alta pressione turistica, come la nostra. Grazie al rapporto esclusivo che il Comune di Firenze ha stretto con il Destination Florence Convention & Visitors Bureau, lanceremo la prima piattaforma di informazione, promozione e vendita online di qualificati e certificati servizi turistici della città, allargata anche alla città metropolitana, che include realtà meno note ma di grande pregio turistico.  In questo modo – prosegue Nardella – potremo essere una vera alternativa “su misura” dei grandi player della vendita turistica on line e di massa, mettendo in campo azioni concrete come la guerra al turismo ‘mordi e fuggi’ e al ‘bagarinaggio’ lecito e regolare di ingressi nei musei, che spesso porta a biglietti con forte sovraccarico, a danno dei tanti turisti che vogliono visitare i nostri musei. Puntiamo a migliorare l’offerta turistica della città, decongestionando il centro storico, promuovendo e vendendo destinazioni che appartengono al territorio comunale e metropolitano. È la sfida che tutte le città d’arte italiane devono avere il coraggio di lanciare”.

Conferma Carlotta Ferrari: “Finalmente la piattaforma è online e con essa il carrello unico per la vendita delle attrazioni turistiche della città. Nel 2018 lavoreremo sui Big Data grazie alle partnership con Travel Appeal e con l’Università di Firenze. Un progetto che è un’opportunità anche per il congressuale perché sappiamo bene che il congressista di oggi è il turista di domani”.

Il portale si rivolge a tre target principali di utenti: cittadini, turisti, studenti e sarà la piattaforma attraverso la quale l’offerta turistica globale della destinazione verrà non soltanto promossa in tutto il mondo, ma anche commercializzata. Sarà inoltre un punto di riferimento unico per tutti coloro che desiderano ricevere e trovare informazioni riguardanti la città di Firenze, rendendo unica la loro esperienza nel capoluogo toscano.

La piattaforma Destination Florence sfrutta un sistema tecnologico in grado di monitorare le presenze turistiche, le modalità di fruizione e gli orari nei luoghi più frequentati e conoscere nel dettaglio la provenienza dei turisti e le loro abitudini. Ad esempio individuare nuove modalità di prenotazione dei grandi musei, di certificazione degli operatori, di modulazione delle tariffe in base ai flussi stagionali e alla domanda e, infine, di attrazione dei turisti di ritorno.

La filosofia di Destination Florence è infatti quella di utilizzare piattaforme già esistenti sul territorio ed aggregarle sotto un unico cappello stipulando differenti accordi, mentre per la parte dei contenuti, gli stessi verranno condivisi con fonti aggiornate, attendibili ed istituzionali quali firenzeturismo.it e  visittuscany.com. Tutti coloro che vorranno aderire al progetto possono essere presenti nella piattaforma.

Per quanto riguarda le prenotazioni alberghiere è stato deciso di non utilizzare una grande OTA e di non creare un portale di prenotazione da zero ma di utilizzare uno strumento già accreditato nel mondo delle OTA che potrà essere disegnato ad hoc in base alle esigenze.

Il progetto grafico e la realizzazione tecnica del portale sono stati realizzati dall’azienda Vertical Media di Firenze, così come il piano di web marketing e comunicazione per la promozione ed il posizionamento della piattaforma.

 

More 22 posts in Digital e Tecnologia
Articolo consigliato
Online MeliáPro, nuovo portale b2b per organizzatori di eventi

Meliá Hotels International ha annunciato il lancio di MeliáPro, un nuovo portale B2B che permette di gestire e...