“Start Up”: un approccio di successo alla prima edizione di un Congresso


blogger_buongiorno-jpg1a parte – 
AIM Group inizia la propria presenza sul “Blog 4×4” trattando di un evento nel settore della sanità tenutosi lo scorso anno; l’approccio di questo caso può essere illuminante per chiunque altro si trovi ad affrontare un briefing con caratteristiche simili. Cliente: FLOREtina 2015 Località: Firenze, Italia Soluzione: Congresso dell’Organizzazione (PCO) Istruzione

 La sfida del cliente

Il Comitato del Congresso aveva obiettivi molto chiari. Si voleva:
– Posizionare il Congresso FLOREtina come forum didattico, con l’obiettivo di diventare un importante appuntamento biennale in ambito congressuale.
– Dar rilievo alla prima edizione, potenziando la partecipazione grazie alla rilevanza internazionale dei relatori, focalizzati su un argomento ben definito.
– Lanciare questo nuovo incontro all’interno dell’arena congressuale.
– Avere una conferenza internazionale di successo per creare un evento biennale.
– Dar vita a un nuovo tipo di congresso concernente la disciplina della retina.
– Renderlo unico rispetto ai concorrenti..
– Proporre la conferenza come l’evento formativo più aggiornato nel suo settore.
– Creare una piattaforma di networking.
– Essere innovativi.

La location scelta è stata Firenze, non solo perché l’organizzatore era il direttore della Clinica Oculistica dell’Ospedale dell’Università di Firenze, ma anche perché Firenze ha un grande appeal internazionale. L’organizzazione dell’incontro è stata affidata ad AIM Group, grazie all’esperienza e alle conoscenze di oftalmologia maturate dal Gruppo e alla sua esperienza nel mondo delle associazioni mediche.

florence-1289364_960_720

La nostra soluzione

L’approccio proposto è stato quello “start-up”; le prime due fasi sono descritte qui di seguito.
1) Iniziare con un grande prodotto.
Abbiamo iniziato la progettazione e la definizione di un grande congresso costituendo un team di progetto che ha lavorato a stretto contatto sia con il comitato organizzatore, sia con quello di programma, per prendere in esame le finalità e gli obiettivi. Lavorando a stretto contatto con il Comitato organizzatore abbiamo definito un programma scientifico forte e interessante e questo è stato il primo passo per realizzare un evento innovativo.
Che cosa s’intende per evento innovativo?
– Fornire temi d’avanguardia nel programma; tra questi, l’imaging, tecniche diagnostiche diverse e differenti approcci terapeutici.
– Fornire elementi d’innovazione attraverso video presentazioni e chirurgia in diretta, a dimostrazione di nuove apparecchiature mediche e procedure chirurgiche (tra cui la presentazione d’un impianto di retina artificiale che ha usato per la prima volta una tecnica chirurgica d’avanguardia). Ciò aiuta i partecipanti a ottenere risultati migliori sia nei casi chirurgici di routine, sia in quelli complicati.

2) Creazione di un prodotto dal vivo per i partecipanti.
Il pubblico è stato conquistato creando e incrementando l’interattività tra oratori, moderatori e partecipanti attraverso un’applicazione che ha permesso il coinvolgimento attivo dei partecipanti stessi tramite sessioni di televoto e proiezione d’interventi chirurgici in diretta, sessioni di Q & A e suggerimenti.

E gli altri cinque passi? E, soprattutto, quali sono stati i risultati dell’evento? Li scoprirete alla prossima puntata, nella seconda parte di questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *