Nel 2015 le carte di credito in circolazione nel nostro Paese, dopo anni di contrazione, sono tornate a crescere, con un +0.9% rispetto all’anno precedente.

Secondo lo studio di l’Osservatorio Assofin-CRIF-GfK, si sta assistendo ad un progressivo allargamento del parco possessori che coinvolge segmenti apparentemente più marginali rispetto alla “storia” dei possessori di carte di credito.

Visa Payment Innovation Showcase with Ibtihaj Muhammad

A muovere questo mutamento sono proprio le carte prepagate e le carte conto che registrano un’interessante crescita, a ribadire la forte appetibilità di questo strumento grazie alla sua capacità di rispondere in modo efficace alle esigenze di importanti porzioni di mercato.

Il 2015 ha visto, infatti, un’accelerazione della crescita delle carte prepagate in circolazione (+12.8% rispetto alla precedente rilevazione), a conferma del loro ruolo di strumento di inclusione finanziaria. Tale diffusione è stata accompagnata anche da una crescita nell’utilizzo, con un consistente aumento sia del numero di transazioni sia del valore delle operazioni.

Al contempo risulta in crescita anche il numero medio di operazioni per singola carta mentre il valore medio delle operazioni risulta pressoché stabile rispetto al 2014.

Tuttavia rimane significativa la quota di decisori che usa la propria carta di credito solo quando la somma da pagare è superiore a un determinato importo anche se sta progressivamente crescendo la disponibilità all’utilizzo per piccoli importi, maggiormente legati alle necessità contingenti della quotidianità.

Carte di credito per gli eventi

Anche in tema di gestione viaggi ed eventi aziendali, le carte di credito hanno man mano avuto un interesse crescente. Tra i principali attori sul mercato troviamo AirPlus con la Meeting Card. La Card permette alle aziende di utilizzare la loro carta di credito lodge per pagare tutti i servizi prima e durante l’evento, anche quelli online.

cartedicreditoLe spese vengono centralizzate su un unico strumento di pagamento e tutte le informazioni relative all’evento vengono riportate su di un unico estratto conto. La riconciliazione delle spese è immediata: in fase di pagamento è possibile aggiungere campi personalizzabili e campi aggiuntivi associabili a specifiche tipologie di transazioni come il numero di notti trascorse in hotel, il nome, la tipologia dell’evento e così via. Trai vantaggi più importanti per il mondo del MICE è la possibilità di avvalersi di un unico strumento di pagamento, una visione d’insieme e una gestione efficiente del cash flow.

In generale, indipendentemente dal provider di carte di credito, quelle virtuali sono ideali per le spese di marketing e di gestione degli eventi. Questo perché proteggono l’azienda rispetto ad addebiti non autorizzati e inoltre il numero di carta di credito virtuale è “monouso”, cioè viene generato per l’importo esatto della fattura.

E come molti di noi sappiamo, gli eventi sono sempre pieni di sorprese. Pensare di determinare a monte un importo fisso non è sempre così facile. L’importante, però, è che queste spese aggiuntive siano autorizzate e che quindi si riesca, anche con gli applicativi mobile disponibili, intervenire quando necessario.

Le carte di credito virtuali permettono inoltre di effettuare un monitoraggio preciso dell’evento attraverso reporting facili ed immediati.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *