La prima puntata di questo scritto, pubblicata a fine settembre, aveva introdotto il caso del Congresso FLOREtina, organizzato a Firenze per la prima volta nel 2015. Ho già descritto le prime due caratteristiche basilari di questo approccio (concepire l’evento come qualcosa di grande, dal vivo); procediamo ora con le altre azioni da porre in essere.

firenze

3) Scegliere il nome giusto.
L’idea è venuta al Comitato Organizzatore, mescolando il nome della città ospitante – Florence, in inglese – con la parola retina, che indica l’oggetto principale della manifestazione. Si voleva creare un collegamento tra la storia di Firenze, conosciuta come culla del Rinascimento, simbolo di progresso e di creatività, e questo incontro, che rappresenterebbe la “punta di diamante della chirurgia in diretta della retina”, così come l’imaging e la scienza innovativa. Il nome FLOREtina è ormai diventato un marchio di successo.

4) Prestare particolare attenzione al business plan.
Il contesto nel quale abbiamo lavorato era quello di creare un evento congressuale di lunga durata, ben consolidato, che assicurasse una crescita costante e stabile al nostro cliente, tenendo conto al contempo delle relazioni con gli sponsor e i delegati. Volevamo ascoltare i nostri sponsor per capire ciò che cercano e che è importante per loro, per offrire poi facoltà di scelta fra proposte creative e originali.

5) Verificare che il prezzo sia corretto.
Una grande attenzione alle quote degli sponsor, così come ai costi di registrazione e alla commercializzazione di pacchetti speciali, ha contribuito ad assicurare tariffe di registrazione accattivanti.

6) Generare un certo brusio.
Le comunicazioni post congressuali sono state attentamente progettate per assicurare il dovuto clamore e accrescere interesse e partecipazione.

7) Pensare mobile, sociale, virale!
La creazione di una piattaforma formativa disponibile fino alla fine del 2016, in cui tutte le presentazioni siano accessibili per l’e-learning e vi sia la possibilità d’ottenere crediti ECM dopo il congresso, ha contribuito a costruire e rafforzare la comunità FLOREtina.

Risultati

Il successo della valida strategia a lungo termine ideata si evince già dai numeri di questa prima edizione.
– Più di 1500 partecipanti provenienti da 44 nazioni
50 sponsor hanno sostenuto l’evento
1000 metri quadrati d’esposizione
18 operazioni trasmesse in diretta condotte da 18 esperti in chirurgia della retina
– Più di 800 download di app
– Più di 600 persone registrate per i crediti ECM
Aumento del 60% dei ricavi, rispetto al bilancio iniziale.
Il notevole successo del congresso* ne assicura il prosieguo e la seconda edizione è ora in fase di progettazione per il 27-30 aprile 2017, a Firenze. La seconda fase del piano a lungo termine è iniziata!

* Il Presidente del Congresso, il professor Stanislao Rizzo, ha osservato: “Vorrei esprimere la mia gratitudine a tutti gli amici e colleghi che hanno deciso di condividere le loro esperienze e idee innovative. E vorrei ringraziare AIM Group per il sostegno dato all’organizzazione; con la loro competenza e professionalità hanno contribuito a rendere questo congresso un grande evento”.

La prima puntata è stata pubblicata in data 27 settembre:

http://www.qualitytravel.eu/il-mice/patrizia-buongiorno-healthcarecongress/start-up-un-approccio-di-successo-alla-prima-edizione-di-un-congresso/

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *