Viaggi “bleisure”: 4 consigli per rendere memorabile una trasferta di lavoro

Per alcuni professionisti, i viaggi di lavoro possono ancora sembrare poco stimolanti, soprattutto se sono organizzati in fretta e furia e rientrano nella solita routine di valigia, aeroporto, meeting, cena, notte in una struttura tutt’altro che entusiasmante per poi tornare di nuovo in aeroporto e arrivare finalmente a casa. Inoltre, chi viaggia per lavoro, spesso pensa di non conoscere a sufficienza una destinazione per trasformare un viaggio breve in un’esperienza memorabile, visto il poco tempo a disposizione, e considera i viaggi in solitaria decisamente poco avventurosi

In realtà le occasioni non mancano per interrompere questa catena stressante e ripetitiva e far sì che anche un viaggio business possa diventare un’avventura, con nuove esperienze e tanti bei ricordi.

Ecco di seguito 4 consigli da parte di Booking.com Business per vivere al massimo anche i viaggi di lavoro quest’estate.

Lasciati andare e guardati intorno

Quando si viaggia per lavoro è facile seguire la solita routine o il percorso più veloce e consolidato per spostarsi da un punto all’altro, cedendo alla tentazione di tornare il prima possibile all’alloggio non appena sono finiti gli impegni lavorativi. Ma perché non seguire invece la curiosità di scoprire un posto mai visto prima, prendendo la strada più lunga per tornare in hotel? Dopo aver imparato le direzioni principali per non perdersi, non è male lasciarsi andare all’istinto e seguire un percorso più spontaneo.

Chiedi consigli alla gente del posto o ad altri viaggiatori come te

Scopri una destinazione chiedendo direttamente a chi ci abita. Cerca il posto più autentico dove assaporare la cucina locale dopo il tuo meeting, o il bar più trendy, o da dove puoi ammirare i panorami più suggestivi. Non dimenticare che molto spesso lo staff della struttura conosce bene la città: chiedi al concierge di consigliarti un ristorante nei dintorni. E se neanche gli altri viaggiatori business che hai incontrato conoscono bene la zona, potrebbero diventare un’ottima compagnia per esplorare la città e staccare dal lavoro.

Esci dalla tua “comfort zone”

La maggior parte dei viaggiatori business di solito pranza e cena da solo, in camera o al ristorante dell’hotel. Per spezzare la monotonia di un viaggio in solitaria, potrebbe essere una bella idea uscire alla ricerca di un bar o di un locale con un tavolo comune, dove non ci si debba sedere isolati ma circondati da altre persone con cui si possono scambiare quattro chiacchiere, dopo aver chiesto al barista qualche consiglio sulla città e sui ristoranti più frequentati.

Concediti un po’ di meritato relax

Dopo una giornata di meeting, trova il tempo per rilassarti e scaricare la tensione. Molte strutture offrono una palestra o una spa (o almeno un tappetino per fare yoga!) ma prova a scoprire le possibilità uniche per la destinazione che stai visitando. New York offre spesso lezioni di yoga gratuite a Bryant Park oppure a Londra puoi provare l’Arch Climbing Wall, che mette a tua disposizione quasi 3.000 m² di pareti cu sui arrampicarti, per dare sfogo al tuo bisogno di avventura e darti la carica che ti serve per affrontare un altro giorno ricco di impegni.

More 260 posts in Mice e Business Travel
Articolo consigliato
Air Italy: nuovi voli diretti da Milano per Los Angeles e San Francisco da aprile 2019

Air Italy lancerà due nuove destinazioni in Nord America, servite da Milano Malpensa a partire...