Il mondo del turismo è stato significativamente colpito dal rallentamento dei viaggi dalla Cina durante la pandemia. Tuttavia, secondo i dati sulle prenotazioni di Sabre, i turisti cinesi sono tornati in forza sulla scena del turismo globale, con un aumento del 392% dei viaggi all’estero prenotati dalla Cina continentale per il 2024, rispetto all’anno precedente.
Considerando che, prima della pandemia, i viaggiatori cinesi effettuavano 155 milioni di viaggi internazionali, spendendo collettivamente circa 245 miliardi di dollari, non è sorprendente che il mondo abbia atteso che la Cina rientrasse nel mercato turistico globale in modo significativo.
Tuttavia, dato che la Cina è stata più lenta nel sollevare le restrizioni di viaggio rispetto ad altri paesi, anche dopo la riapertura delle frontiere, non è stato un ritorno rapido. Il grande rimbalzo dei viaggi cinesi all’estero che alcuni si aspettavano nel 2023 non si è verificato. Questa situazione sta cambiando rapidamente nel 2024, e ciò che è chiaro dall’analisi di Sabre dei dati del settore (che esamina i viaggi prenotati dalla Cina continentale fino al 31 marzo 2024) è che c’è un enorme appetito tra i viaggiatori cinesi per i viaggi globali.
Sebbene i viaggi all’estero non siano tornati ai livelli pre-pandemia, le prenotazioni per viaggiare verso destinazioni chiave del mondo durante le date tipiche di punta stanno vedendo una domanda particolarmente forte. Le prenotazioni effettuate alla fine di gennaio prima delle vacanze del Capodanno cinese 2024 per viaggiare dalla Cina continentale verso i paesi della regione Asia-Pacifico, ad esempio, erano al 106% dei livelli del 2019.

I VIAGGI ALL’ESTERO SONO TORNATI IN FORZA

L’analisi dei dati sulle prenotazioni del settore di Sabre mostra che il numero di viaggi originati dalla Cina continentale, già effettuati o prenotati per viaggiare durante il 2024 (fino al 31 marzo 2024) è aumentato significativamente rispetto ai viaggi prenotati nello stesso periodo del 2023, aumentando del 392% in generale.

Secondo un’analisi di Sabre, i viaggi internazionali sono aumentati notevolmente durante l’anno in tutte le regioni. I viaggiatori cinesi stanno prenotando con largo anticipo, indicando una forte fiducia nel settore dei viaggi. Le prenotazioni per novembre e dicembre sono cresciute di oltre il 1000% rispetto all’anno precedente, con un aumento superiore al 2000% per i viaggi in Europa e Medio Oriente.

I viaggi verso altre destinazioni dell’Asia-Pacifico (APAC) dalla Cina mostrano un significativo incremento delle prenotazioni rispetto al 2023. Ottobre, periodo della Settimana d’Oro, ha registrato un aumento del 1347%. I viaggi verso Europa e Medio Oriente (EMEA) hanno raggiunto un picco nel primo trimestre dell’anno, con un incremento del 676% in gennaio. Anche i viaggi verso il Nord America sono aumentati, con un incremento del 336% nel primo trimestre, mentre i viaggi verso l’America Latina mostrano una crescita nel quarto trimestre del 2024.

Nuove e Vecchie Destinazioni

I viaggiatori cinesi sono noti per spendere molto durante i loro viaggi, con una media di 1.000 dollari al giorno. Il reddito disponibile pro capite in Cina è raddoppiato negli ultimi nove anni, aumentando il potenziale di spesa per i viaggi. Paesi come il Sudafrica, il Kenya, la Tanzania, la Thailandia, l’Indonesia, la Francia e l’Arabia Saudita stanno attuando strategie di marketing per attrarre questi turisti.

Le destinazioni più popolari nel 2024 sono simili a quelle del 2023, con l’Australia e la Malesia che entrano nella top 10. L’Australia è salita di sette posizioni, mentre la Malesia è passata dal 18º al 9º posto, sostituendo Canada e Spagna. Corea e Giappone sono ora al primo e secondo posto, rispettivamente, superando Stati Uniti e Thailandia.

Città Più Popolari

In Nord America, i viaggi verso gli Stati Uniti sono aumentati di oltre il 200%, con New York, Los Angeles e San Francisco che rimangono le destinazioni preferite. Honolulu ha visto un aumento significativo, passando dal nono al quinto posto. In Europa, il Regno Unito è salito dal quinto al secondo posto tra i paesi visitati, con Londra che ha raggiunto il primo posto tra le città. In Medio Oriente, Dubai rimane la destinazione più popolare, con Abu Dhabi che è salita dal settimo al terzo posto.

In America Latina, il Brasile mantiene il primo posto, seguito da Panama e Argentina. Il Perù è salito dal nono al sesto posto, mentre il Venezuela è sceso di cinque posizioni. In Asia-Pacifico, l’Australia è salita all’ottavo posto e il Giappone al secondo. Macao e Osaka hanno visto i maggiori aumenti nelle prenotazioni.

Impatto degli Accordi di Esenzione del Visto

Gli accordi di esenzione del visto stanno facilitando i viaggi. La Cina ha firmato un accordo di esenzione del visto di 30 giorni con Singapore e un accordo simile con la Thailandia. Questi accordi hanno aumentato significativamente i viaggi tra questi paesi. Anche senza esenzione del visto, i viaggi verso l’Australia, l’Indonesia, il Regno Unito e l’India sono aumentati notevolmente.

Aumento della Capacità

Le compagnie aeree stanno aumentando la capacità per soddisfare la domanda. La capacità internazionale dalla Cina è aumentata del 280% nel primo trimestre, con incrementi significativi da Pechino, Shenzhen e Chengdu.

In conclusione, i viaggi internazionali stanno riprendendo vigore con una forte crescita delle prenotazioni e un aumento della capacità delle compagnie aeree, mentre le destinazioni si adattano per attrarre i viaggiatori cinesi.

Man mano che la capacità aumenta e l’offerta e la domanda raggiungono un maggiore equilibrio, le tariffe per le rotte dalla Cina continentale sono globalmente più basse rispetto al 2023, rendendo i viaggi più accessibili per i viaggiatori cinesi. Per i viaggi del primo trimestre 2024, la differenza è stata fino a – 73% e -71% su rotte chiave, con le diminuzioni di tariffe più significative da Shanghai a Seul e da Shanghai a Tokyo.
Prezzi più bassi si osservano per la maggior parte del 2024 e, man mano che vengono effettuate prenotazioni per il 2025, vediamo anche che la tendenza delle tariffe più basse continua nel nuovo anno.

Sebbene le tariffe siano in calo, molti viaggiatori cinesi sono disposti a pagare di più per migliorare la loro esperienza di viaggio. I viaggi in Classe Business sono appena al di sotto del 2019 in termini di percentuale di viaggi prenotati, al 3,6% per il 2024, rispetto al 3,7% per il 2019. Mentre i viaggi in prima classe sono diminuiti dello 0,4%, i viaggi in classe economica premium sono aumentati dello 0,8%, indicando opportunità per le compagnie aeree e le agenzie di soddisfare i passeggeri che desiderano migliorare la loro esperienza abituale.

Mentre il 2023 è stato l’anno della riapertura per la Cina, la ricerca di Sabre mostra che il 2024 è l’anno in cui i viaggiatori cinesi stanno davvero abbracciando di nuovo i viaggi globali in numeri significativi. Ciò che è importante ora è che l’industria dei viaggi assicuri di poter comprendere profondamente ciò che i viaggiatori cinesi desiderano, dove vogliono andare, come vogliono arrivarci e le esperienze che vogliono avere una volta raggiunta la destinazione.
Coloro che dedicano realmente tempo e investimento per comprendere e soddisfare queste esigenze saranno quelli che conquisteranno i cuori, le menti e il potere d’acquisto dei viaggiatori cinesi nel 2024 e in futuro. Quando si considera che solo circa il 13% dei cittadini cinesi ha attualmente passaporti, ma un numero crescente ne sta facendo richiesta ogni anno, l’importanza dei viaggiatori cinesi per tutti i settori dell’industria del turismo può solo aumentare.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *