#EnterprisEvolution non è soltanto un hashtag ma un percorso iniziato più di un anno fa da Enterpise Hotel, l’albergo milanese della catena Planetaria Hotels, tra i primi ad abbattere la barriera tra reception e ospiti.

#EnterprisEvolution fa un altro passo verso l’innovazioni e verso i suoi clienti  giovedì 4 Maggio, a quindici anni dalla sua apertura, quando il design hotel e congress centre di Corso Sempione ha inaugurato, con un grande evento che ha proiettato gli oltre 300 invitati in un ambiente spaziale con nebbie, luci psichedeliche e robot giganti, la prima immersive room italiana.

Quell’immersive room ROOM360°®, ideata e voluta fortemente da Sofia Gioia Vedani e Damiano De Crescenzo, rispettivamente amministratore delegato e general manager di Planetaria Hotels.

Un investimento importante e strategico, in grado di servirsi della tecnologia per scatenare nei partecipanti agli eventi, siano essi meeting di lavoro, cocktail o lanci di prodotto, emozioni forti, capaci di coinvolgere il pubblico proiettandolo in ambienti polisensoriali.

Così è stato per Qualitytravel, invitata all’evento per raccontare ai propri lettori l’esperienza. Giunti nella sala è partito un video-filmato ambientato nello spazio, con un montaggio nervoso e psichedelico che sembrava proiettarti sul set di “2001: Odissea nello spazio”. Solo dopo siamo venuti a sapere che la scelta voleva omaggiare lo Star Wars Day e i 40 anni della celebre saga di George Lucas.

Terminata la proiezione, la guest star della serata Max Giusti ha intrattenuto gli ospiti attraverso le sue celebri imitazioni di cantanti: dall’amico Franco Califano al cavallo di battaglia Renato Zero, mentre sullo schermo scorrevano le loro foto e sembrava quasi che fossero davvero lì a cantare.

Possibili utilizzi

Ogni progetto audio/video può essere customizzato a tema per il cliente. ROOM360°® è ideale per proporre il lancio di prodotti, per offrire un ‘assaggio’ di destinazioni  lontane, per celebrare anniversari o ricorrenze, sfogliando insieme ‘l’album di famiglia’, per presentare in anteprima nuove collezioni, per spettacoli, per organizzare breakfast a L’Avana, colazioni a Stoccolma o cene a New York, il tutto senza prendere l’aereo, o per passeggiate nei boschi o sui tetti e così via. Ma anche per streaming e conference meeting che proiettano al centro del dibattito chi interviene da remoto e i cui intervento sono generalmenti più fiacchi rispetto a quelli degli ospiti in sala.

Dettagli tecnici

ROOM360°®. Con una tecnologia sofisticata grazie a una “multi-ripresa” contemporanea con più proiettori possono essere proiettate immagini e filmati a 360°, su 4 pareti con uno sviluppo totale di oltre 250 metri quadrati di superficie. ROOM360°® è resa possibile da un impianto realizzato utilizzando 16 proiettori con risoluzione WUXGA che consentono una definizione totale di impianto pari a 30.000 x 1.200 pixel. La gestione dell’impianto è affidato ad un software specifico e 4 server di ultima generazione che sono dimensionati per controllare contemporaneamente 16 segnali video. L’innovativa tecnologia è stata messa a punto da DCG Company che vanta numerosi brevetti internazionali ed ha curato diverse realizzazioni tra le quali il video immersivo in una Room 360° a pareti curve all’interno del Padiglione Zero a Expo 2015.

Per chi non ha potuto presenziare o per chi è in cerca di ispirazione per il suo prossimo evento, invitiamo a rivivere la serata in questo breve video.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *