Il Global Meetings Industry Day (GMID) è la giornata internazionale di celebrazione e sensibilizzazione dedicata all’importanza e all’impatto economico della meeting industry, quindi degli incontri d’affari, delle fiere, dei viaggi incentive, delle mostre, delle conferenze e dei congressi, oltre al potere degli incontri faccia a faccia. La sua origine risale a un gruppo di professionisti del settore degli incontri a Edmonton, in Canada, che avevano l’idea di dedicare una giornata alla loro professione. Questo piccolo raduno è diventato l’inizio di quello che oggi conosciamo come GMID, che si è prima espanso per abbracciare il Nord America e poi è diventato un evento veramente internazionale nel 2016. Oggi, il GMID unisce professionisti dell’evento da tutto il mondo per celebrare l’influenza di vasta portata dell’industria.

La giornata si è evoluta significativamente dai suoi inizi a metà degli anni ’90, quando i membri della sezione di Edmonton di Meeting Professionals International (MPI) hanno iniziato una celebrazione chiamata Meeting Planners Day. Verso la fine degli anni ’90, il Canadian Council dell’MPI, che rappresentava tutte le sezioni in Canada, ha appreso dell’evento e ha deciso di espanderlo, creando il National Meetings Industry Day da celebrare in tutto il Canada. Nel 2015, i leader del settore si sono uniti con Meetings Mean Business e l’Events Industry Council per includere Stati Uniti e Messico, introducendo il North American Meetings Industry Day. Un anno dopo, è nato il Global Meetings Industry Day, trasformandosi in una giornata di educazione, difesa e celebrazione dell’importanza dell’industria degli incontri d’affari ed eventi.

L’evento ha guadagnato una vasta risonanza globale. Nel 2023 è stato celebrato con 70 eventi in 35 paesi e oltre 365 menzioni nei media, raggiungendo più di 10 milioni di utenti. Una delle iniziative più grandi è stata l’esperienza virtuale GMID di MPI, una trasmissione di 12 ore che ha attirato più di 4.000 iscritti e 2.395 partecipanti a 40 sessioni educative. Inoltre, la MPI Foundation ha lanciato una campagna con ALHI per raccogliere fondi a sostegno della lotta contro il traffico di esseri umani, raccogliendo quasi 3.000 dollari subito dopo l’evento.

Il tema del 2024, #TheEventProfessionalsJourney, onora la resilienza e l’innovazione che i professionisti degli eventi hanno dimostrato costantemente. Dal navigare le sfide impreviste degli ultimi anni fino a plasmare il futuro degli eventi attraverso un’adattabilità costante, gli organizzatori di eventi sono i cervelli dietro le connessioni che alimentano il progresso. Il tema riconosce il percorso unico intrapreso da ogni professionista dell’evento e celebra la forza collettiva dell’industria.

Anche in Italia la giornata viene festeggiata con un evento congiunto di MPI Italia e Federcongressi&Eventi che invitano gli operatori del settore a riunirsi a Roma, allo StarhotelsMetropole, main partner dell’evento, per un pomeriggio dedicato ad orientare il proprio sguardo professionale al futuro dell’industria. “Viaggio nel Futuro”, è il titolo di questo incontro che sarà declinato lungo 4 direttrici – Professionisti, Modelli, Tecnologie e Linguaggi – per confrontarsi circa le dinamiche evolutive che interessano persone e aziende dell’industria dei meeting e degli eventi grazie ad una ricca tavola rotonda in programma dalle 15 alle 17.

Nel corso dell’incontro, moderato da Manuel Olivero, Founder del podcast MadsForEvents, saranno condivise tante e varie prospettive sul tema dell’evoluzione dei modelli organizzativi nelle aziende del settore attraverso la testimonianza di Paola Padovani, Business Development Director di Triumph Group International; per proseguire con un’analisi delle nuove tecnologie a supporto della meeting industry con l’intervento tecnico di Lisa Grotti, CEO Tecnoconference – TC Group; per approfondire poi le novità in materia di engagement e comunicazione con Nicola Sciumè, CEO di AIM Communication; per concludere con chi della meeting industry incarna il futuro, una young professional, oggi junior event planner in Triumph Group e prima studentessa del Master in Tourism, Hospitality& Event Management della BeAcademy e partecipante al Progetto Mentore 2023 di Federcongressi&eventi, Dionisia Saccogna.

“Siamo orgogliosi di aver riunito così tante professionalità per un panel multisfaccettato che riuscirà a trasferire spunti di riflessione importanti per la nostra industria – commenta Alessia Di Raimondo, Presidente MPI Italia – e la presenza di una young professional insieme a tanti “big” del settore è il segno di un’industria che è aperta all’ascolto, che guarda al futuro, all’evoluzione che parta dal contributo di chi può avere più visione rispetto a ciò che occorre per rendere la meeting & event industry ancora più inclusiva, avanguardista e rispettosa del wellbeing del suo capitale umano. Il claim MPI “when we meet we change the world” oggi riecheggia in tutto il mondo e in una fitta agenda di eventi internazionali riuniti da un minimo comun denominatore, l’hashtag #GMID2024”.

“Celebrare la Giornata Mondiale della Meeting industry è un’occasione per l’industria globale degli eventi e dei congressi di sottolineare quanto sia decisivo il ruolo del nostro comparto per lo sviluppo economico, culturale, industriale e sociale di ogni Paese, un contributo che diventa ancora più importante e fondamentale alla luce dell’evoluzione sempre più accelerata delle tecnologie e degli scenari di contesto che richiede costante aggiornamento e continua formazione. La giornata di domani sarà dunque un’occasione di valore dove gli operatori del settore potranno rinsaldare il proprio orgoglio di essere parte e protagonisti di un’industria che contribuisce ad accompagnare nel futuro la società” – commenta Gabriella Gentile, Presidente Federcongressi&eventi.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *