Fattoria didattica, agrimarket e progetti di sostenibilità ambientale per il territorio a corredo di una location per ricevimenti e matrimoni

di Francesca Ferrara

Immerso tra i boschi dei Monti Cimini e degli oliveti della Tuscia, alle pendici del Monte Fogliano e a 10 km dal lago di Vico, Podere La Branda Bio Agri Resort è molto più di un agriturismo. Sorge a 2 Km da Vetralla, nella campagna laziale, e offre un ampio giardino con piscina all’aperto, a 160 Km da Roma, dove fonda la sua attività nella coltivazione e produzione biologica, alla quale associa una attività di hospitality non solo da vacanza immersa nel verde, ma anche come struttura idonea ad accogliere eventi, business convention, matrimoni e cerimonie di vario tipo grazie al recupero e restauro delle antiche strutture convertite ad alloggi come il vecchio fienile e l’antica stalla. Gli ambienti possono ospitare eventi al chiuso fino a 150 persone e all’aperto fino a 1000 persone in assenza di barriere architettoniche che lo rendono particolarmente adatto a gestire la presenza di persone con disabilità e con la dotazione di circa 250 posti auto. Ideale per green wedding dove ogni dettaglio può essere declinato in simbiosi con la natura, dalla scelta del menù con produttori biologici alle bomboniere artigianali.

Dal 1999, nei suoi 110 ettari, grazie alla coltivazione agricola di ortaggi, lamponi, nocciole, olio è in grado anche di produrre e vendere il frutto e gli elaborati di queste colture trasformandosi in un agrimarket bio. Dalla crema di nocciole, allo sciroppo di rose e menta, sali al mirto, sapone allo zafferano, conserve, cereali, orzo, foraggere, girasole e prodotti che servono per i mangimifici. Con altre cinque aziende si è instaurato una collaborazione di sostegno reciproco per quanto concerne i prodotti rivolti alla ristorazione.

“Ogni anno andiamo a mettere in coltura fattispecie di leguminose piuttosto che di cereali per compensare la Co2 emessa dalle fabbriche con i loro fumi. Si tratta di un progetto di circolo virtuoso di sostenibilità ambientale che sfocia in una certificazione volontaria” spiega Antonella Cau, titolare della location

Antonella Cau – BioAgriResortPodereLaBranda – Ph. Francesca Ferrara @netnewsmaker

Tra le altre attività, anche i campi estivi per ragazzi, con progetti di educazione ambientale ed organizzazione di varie tipologie di meeting (ricevimenti ma anche team building).

L’attività della coltura e della produzione si avvale anche dell’ausilio di associazioni e delle ASL per il reinserimento nel mondo del lavoro di soggetti appartenenti a fasce deboli (bambini provenienti da contesti difficili, persone affette da Alzheimer e persone con disabilità psichica).

“Un approccio multifunzionale con servizi non solo rivolti all’agricoltura ma anche verso l’esterno, sul territorio” sottolinea la titolare.

Nel 2005, diventa una delle prime fattorie didattiche della provincia di Viterbo. Tra le esperienze che i bambini possono fare: la raccolta delle olive, lamponi, la caccia al rifiuto e le prove ai fornelli per i più piccoli. Tra le attività che ospita anche incontri di Pilates, Meditazione e Yoga, ma anche i Family Day, dove genitori e figli possono vivere la campagna in maniera più attiva giocando alla corsa con i sacchi, il tiro alla fune.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *