Destinazione Mezzogiorno: un territorio unito per il mondo MICE a BMT 2018

Il Meridione, senza distinzioni regionali o provinciali, senza confini. Un unico territorio che rappresenta una perfetta destinazione per l’organizzazione di qualsiasi tipologia di convegno. Questo il tema centrale della tavola rotonda in programma alle ore 11 di venerdì 23 marzo nel corso della BMT (sala Adriatico, pad.5) intitolata “Destinazione Mezzogiorno. Sinergie operative nel MICE”, promossa dal Convention Bureau Napoli.

L’obiettivo è quello di abbattere barriere e mettere in condivisione best practice tra realtà territoriali che possiedono numerose caratteristiche comuni, basti pensare al clima o al mare. Regioni, città o isole che non devono lavorare in concorrenza, ma in armonia per incrementare il numero di convegni organizzati nelle località meridionali fornendo un servizio di livello sempre più elevato.

Oggetto dell’incontro, moderato dal direttore editoriale di Qualitytravel Domenico Palladino, sarà anche lo studio dei dati raccolti dall’OICE (Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi) realizzato da ASERI (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che dimostrano come il Mezzogiorno, nel 2016, abbia raggiunto una quota di mercato ancora bassa, pari al 17% circa, per numero di eventi organizzati in Italia.

Napoli è la prima città del Sud e la quinta città italiana per numero di sedi congressuali (dopo Roma, Milano, Firenze e Torino), incluse dimore storiche e musei. La città partenopea rappresenta, quindi, uno dei principali poli di interesse per favorire la crescita congressuale dell’intero territorio campano, grazie alla forte attrattività della destinazione ed al costante potenziamento sia dei collegamenti aeroportuali che ferroviari, che la rendono una città sempre più professionale ed organizzata ad accogliere il target congressuale. Napoli si caratterizza, però, per il forte peso degli eventi locali (circa il 60%), mentre i congressi internazionali si concentrano maggiormente nel Nord Italia.

Nella consapevolezza delle difficoltà esistenti nella raccolta delle informazioni sul tema, il Convention Bureau Napoli dal 2018 parteciperà alla raccolta dati OICE per rendere il monitoraggio del mercato congressuale in città più accurato e costante. L’analisi dei dati statistici, infatti, oltre a fornire una panoramica del settore congressuale, supporta nell’individuazione delle migliori strategie da attuare per migliorare le perfomance di un settore così importante per l’economia nazionale, e fornirà un ulteriore stimolo ad elevare la qualità di spazi e servizi messi a disposizione per gli eventi.

Alla tavola rotonda, nata da un’idea di Giovanna Lucherini, direttore del Convention Bureau Napoli, prenderanno parte i seguenti referenti delle destinazioni del Mezzogiorno per un confronto sulle linee di indirizzo e di collaborazione per il potenziamento del settore MICE al Sud Italia:

  • Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: Sottosegretario di Stato Dorina Bianchi
  • Regione Campania: Assessore Sviluppo e Promozione del Turismo Corrado Matera
  • Regione Calabria: Capostruttura Dipartimento Turismo e Beni Culturali Rodolfo Bova
  • Regione Puglia: Assessore Industria Turistica e Culturale Loredana Capone
  • APT Basilicata: Direttore Generale Mariano Luigi Schiavone
  • Comune di Napoli: Assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele
  • Convention Bureau Italia: Communication & Marketing Manager Gemma Biagiotti
  • Sicilia Convention Bureau: Direttore Daniela Marino
  • Bari Convention Bureau: Presidente Francesco Caizzi
  • Puglia Promozione: Direttore Matteo Minchillo
  • Sardinia MICE Network: Direttore Nicola Pala
  • Igersitalia: Membro del Consiglio Direttivo Raffaele Monaco
  • Matera Collection: Amministratore Delegato Giacinto Marchionna
  • Università degli Studi di Napoli Federico II: Professore Economia e Gestione delle Imprese Valentina Della Corte