Progettata dall’architetto Cino Zucchi, è stata inaugurata ad aprile scorso ed ha aperto ufficialmente i battenti l’8 giugno: parliamo della Nuvola Lavazza, complesso di edifici da 30mila metri quadri che ospita, oltre ai nuovi uffici della società torinese anche un museo del caffè, un bistrot e uno spazio eventi di tutto rispetto.

Frutto di un investimento di 120 milioni di euro rappresenta un nuovo spazio aperto alla città, all’Italia e al mondo, in cui i nuovi uffici di Lavazza dialogano con un ristorante gourmet e un museo interattivo, con un grande spazio eventi e un’area archeologica che ospita i resti di un’antica basilica paleocristiana, a cui si aggiungono un bistrot innovativo e la sede dell’Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD).

Lo spazio eventi è stato ricavato dal recupero dell’ex centrale idroelettrica dell’Enel e può ospitare fino a 1000 persone. La Centrale ora non ha più macchinari ma è un unico spazio polifunzionale di oltre 4500 metri quadrati pensato per produrre energia sotto un’altra forma, attraverso incontri e idee.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi: