La Moldova si ripresenta al mercato italiano tornando con uno stand in Bit in uno scenario che non incentiva la ripresa del turismo verso l’Est Europa, nonostante la situazione reale nel Paese sia del tutto normale. Infatti, nonostante la destinazione sia sicura, la percezione dei turisti non spinge a visitare questo piccolo paese che ha reagito lavorando assiduamente per migliorare la sua offerta turistica. Un’offerta che punta su proposte legate al turismo enologigo, a esperienze legate al turismo culturale all’artigianato e al folklore, al turismo lento e all’ecoturismo.

Allo stand moldavo, Natalia Turcanu – Tourism Industry and Marketing Manager del Moldova Rural Competitiveness and Resilience Activity Project, finanziato con fondi USAID, ha spiegato cosa è stato fatto per rilanciare la destinazione, collaborando con il settore privato attraverso il principale partner ANTRIM, l’associazione nazionale dei tour operator incoming affiliato al UNWTO. USAID, il partner strategico del settore turistico in Moldova, da cinque anni sostiene la promozione del Paese come destinazione turistica nel mercato italiano. Presenti allo stand Moldova alla BIT – realizzato grazie al sostegno del progetto USAID EDGE Buy-In Moldova Competitiveness Transition Activity (MCTA) – le DMC Moldova To Visit, Tatrabis, Visit Moldova e Ways Travel che hanno incontrato operatori e viaggiatori, ritrovando l’interesse che aveva fatto incrementare gli arrivi dall’Italia a doppia cifra percentuale fino al 2020, quando la pandemia aveva bloccato tutti i viaggi.

OFFERTA TURISTICA DIVERSIFICATA

Dichiara Natalia Turcanu: «Negli ultimi tre anni, abbiamo investito molte risorse per aumentare la capacità ricettiva con l’inaugurazione della rete di 40 Bed&Breakfast  nelle aree rurali, migliorare la qualità dell’offerta con formazione e investimenti, abbiamo creato nuovi percorsi ciclabili e cammini, incrementando l’offerta di turismo attivo e naturalistico che comprende anche soft trekking, kayak, arrampicata, SUP e birdwatching. Senza dimenticare il sito naturalistico-archeologico di Orheiul Vechi (candidato Unesco) con le antiche vestigia medievali, i villaggi tradizionali e i monasteri rupestri. Siamo orgogliosi di presentare il calendario eventi “Tree of Life” 2023 che celebra la cultura e il vino della Moldova con 40 iniziative su temi diversi che si svolgono durante tutto l’anno. Ora che i collegamenti aerei sono ripresi, siamo pronti ad accogliere nuovamente i visitatori italiani».

EVENTI

Il calendario eventi Tree of Life 2023 di ANTRIM, in distribuzione allo stand offre un programma con 15 manifestazioni dedicate al vino, 15 eventi culturali, 9 iniziative dedicate al folklore e alle tradizioni, e una maratona. Eventi per tutti i gusti che si svolgono durante tutto l’anno nella capitale Chisinau e in molte alte località. Uno strumento utile per gli operatori e i viaggiatori che vogliono unire la visita del paese a un evento tematico, come DescOpera, il festival di musica classica all’aperto che si svolge il terzo weekend di giugno nel bucolico paesaggio di Orheiul Vechi, e il National Wine Day, il più grande evento dedicato al vino del paese che si svolge il primo weekend di ottobre.

TURISMO DEL VINO

Il focus dell’offerta è sull’enogastronomia e in particolare sulla Starda del vino Iter Vitis, riconosciuta Itinerario culturale del Consiglio d’Europa. La Moldova è uno dei maggiori produttori mondiali di vino e una delle destinazioni internazionali del turismo del vino, con oltre 40 cantine attrezzate per accogliere turisti con servizi ed esperienze di alto livello. Famose sono le incredibili cantine sotterranee di Cricova e Milestii Mici, uniche al mondo, che si sviluppano per decine di km sottoterra. Chi preferisce le cantine in stile tradizionale può visitare i celebri Chateau Purcari e Castel Mimì, dimore storiche e aziende vitivinicole tra le più antiche dell’Est Europa, fondate a fine Ottocento, e la più moderna Chateau Vartely, che offrono ristoranti, alloggi, piscina e spa per trattamenti a base di vino.

COLLEGAMENTI AEREI

Tanti i voli diretti (durata 2 ore) in partenza dai principali aeroporti italiani, con Air Moldova, WizzAir e FlyOne che volano da Milano, Verona, Venezia, Bologna, Parma e Roma.

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *