Merope Asset Management, società italiana di investimento e sviluppo immobiliare, annuncia che aprirà con Mandarin Oriental una struttura di hospitality nel segmento lusso unica nel suo genere nel cuore di Roma, nell’area che ospita i dieci villini sallustiani, collocati tra le vie Sallustiana, Boncompagni, Piemonte e Quinto Sella, a pochi passi da via Vittorio Veneto e Piazza di Spagna.

Gli immobili risalenti al XIX secolo, acquisiti da Merope nel 2021 da Colony Capital, sono situati all’interno di un parco secolare e si sviluppano su una superficie di oltre 18.000 mq che verrà trasformata in una vera e propria oasi urbana, riservata all’ospitalità di lusso. Il resort, che sarà completato entro il 2026, sarà la quinta struttura targata Mandarin Oriental presente in Italia, dopo quelle aperte a Milano e sul Lago di Como, e le già annunciate prossime aperture di Cortina d’Ampezzo e Porto Cervo.
Nell’ambito dell’accordo raggiunto con Mandarin Oriental, Merope si occuperà dell’intervento di riqualificazione e restauro dei dieci villini, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, così come della gestione pluriennale della nuova struttura alberghiera. Dopo un lungo lavoro di interlocuzione con l’amministrazione comunale, l’Assemblea Capitolina ha recentemente approvato la proposta di permesso di costruire in deroga, con relativo cambio d’uso dell’area, da residenziale a ricettiva, un passaggio determinante per la realizzazione del progetto.

Merope potrà così gestire le singole ville come un’unica struttura alberghiera, creando un unicum nell’ambito dell’offerta di ospitalità a Roma.

Con 108 camere e suite con una dimensione media superiore ai 40 mq, di cui circa oltre 40 con giardino privato o terrazze e spazi destinati al leisure, i Villini Sallustiani si candidano a diventare una destinazione fortemente attrattiva, che offrirà la possibilità di vivere l’esperienza tipica di un resort di lusso in prossimità dei più importanti siti storici della capitale e di luoghi iconici come Piazza di Spagna, Fontana di Trevi, Foro Romano e Piazza Navona.

All’interno del complesso, gli ospiti potranno sperimentare 6 ristoranti e bar in diversi ambienti, così come cenare all’aperto immersi in uno splendido giardino, oppure all’interno delle ville. Il Mandarin Bar, che sarà situato su un’ampia terrazza panoramica, offrirà una vista affascinante sulla città e diventerà una delle mete più ambite di Roma. La Spa Mandarin Oriental fornirà un’ampia gamma di esperienze di benessere, oltre a strutture per il fitness all’avanguardia e ampie piscine interne ed esterne immerse nel verde.

Il masterplan del progetto e l’intervento di riqualificazione e restauro dei Villini, che verrà eseguito preservandone lo stile architettonico tipico del XIX secolo, è stato affidato a BMS, mentre il design degli interni sarà curato dai pluripremiati designers Gilles & Boissier, il duo di designer francesi che ha ottenuto molteplici riconoscimenti per i loro interni sofisticati e contemporanei, tra cui quelli ideati per il Mandarin Oriental Marrakech e il Mandarin Oriental Ritz Madrid. L’F&B sarà interamente affidato a Dimorestudio mentre Parc Nouveau è lo studio internazionale di architettura e paesaggio che si occuperà del verde.

Pietro Croce

Pietro Croce, fondatore e amministratore delegato di Merope Asset Management, ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi di poter annunciare l’accordo di collaborazione con Mandarin Oriental, che ci permette di realizzare un progetto inedito non solo per la capitale, ma a livello globale: una vera e propria oasi urbana, dove vivere un’esperienza di ospitalità di altissimo livello in una dimensione da resort, nel cuore vibrante di una delle città più ricche di offerta culturale al mondo. Il progetto, partito nei tempi previsti grazie a un confronto costruttivo in essere con l’amministrazione comunale, riporterà i Villini Sallustiani al loro splendore originario, preservandone il valore storico, ma con l’ambizione di trasformarli in una delle strutture ricettive più iconiche del nostro Paese e a livello internazionale”.

“Roma ospita molti tesori storici e architettonici ed è una meta scelta dai viaggiatori di lusso di tutto il mondo. A Roma adotteremo lo stesso approccio meticoloso che abbiamo adottato per le nostre altre proprietà storiche, assicurandoci di onorare e rispettare l’artigianato locale e il patrimonio culturale romano, incorporando al contempo il lusso più raffinato, il comfort contemporaneo, standard di sostenibilità e il leggendario servizio per cui Mandarin Oriental è rinomato. Siamo lieti di estendere il marchio Mandarin Oriental in Italia e non vediamo l’ora di lavorare con i nostri partner di Merope per creare un punto di riferimento davvero unico nel cuore della città”, ha aggiunto Laurent Kleitman, amministratore delegato di Mandarin Oriental Hotel Group.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *