Che cosa significa viaggiare green? Come possono la tecnologia e l’innovazione diventare gli elementi chiave della nostra sostenibilità in viaggio? Quali sono le tecnologie che rendono green la nostra impronta nel viaggio?
A queste domande cercherà di dare delle risposte il progetto Bright Journey che oggi si pone il traguardo di diventare un contenitore al cui centro del racconto vi è il tema della sostenibilità a 360°.
Bright Journey nasce dalla volontà di un gruppo di professioniste, accumunate dalla passione del viaggio, che hanno sentito l’esigenza di unire le proprie diverse competenze in un progetto tanto ambizioso quanto attuale: riconoscere il ruolo centrale della sostenibilità nel viaggio. Le protagoniste del Bright Journey hanno individuato un denominatore comune, quello dell’importanza della tecnologia e dell’innovazione nel settore dell’hotellerie ai fini di raggiungere importanti obiettivi in termini di traguardi di sostenibilità. 
Il team composto da 9 donne Ambassador, andrà alla ricerca di best case nel settore dell’Hospitality, mappando destinazioni e Hotel nel mondo che mettono in atto pratiche ecosostenibili e sistemi di innovation technology che limitano lo spreco delle risorse.

“Facciamo tutto questo con coraggio, entusiasmo e passione, inclusività, altri valori chiave che ci animano e che abbiamo in comune con il Partner VDA-Telkonet, Società multinazionale leader nel settore dell’Hospitality, che supporta questo nostro Bright Journey condividendo appieno questa visione” – afferma Lucia Ziliotto, Project Owner del progetto. “Tutti insieme” – prosegue Barbara Alvino, Project Manager del Bright Journey– “Vogliamo contribuire attivamente ad un mondo più sostenibile e per fare questo dobbiamo sensibilizzare sempre di più tutte le parti coinvolte nel mondo dei viaggi.”

Bright Journey vuole essere quindi prima di tutto un faro che illumina e cerca di delineare la giusta traiettoria da seguire per dar forma a un nuovo modo di fare turismo. Ergo di viaggiare. Ergo di ospitare. Ma anche di pensare. L’obiettivo è far sì che viaggiatori e operatori del turismo acquisiscano una sempre maggiore consapevolezza del proprio impatto nel mondo. Perché solo dalla consapevolezza si arriva poi all’azione concreta. Un’azione che non può prescindere dagli obiettivi globali dell’Agenda 2030, fondamentali affinché anche le prossime generazioni possano godere delle bellezze di questo meraviglioso pianeta che chiamiamo casa. 
 

Bright Journey è infine una rete. Fili che si intrecciano, connessioni che si creano, ispirazioni che si contaminano per dar vita a un progetto unico ed inclusivo. Abbiamo detto che tutto è nato da un gruppo di nove donne ma il numero è destinato a crescere. Questa rete è pronta ad allargare le sue maglie per sostenere un messaggio universale. Di impegno, di scelte che fanno la differenza, di rispetto per l’ambiente, di pratiche virtuose che possono cambiare il mondo. Tutto questo è reso possibile grazie a un grande partner del progetto, il Gruppo VDA-Telkonet, Azienda leader a livello mondiale nel settore dell’Hospitality, che sviluppa e realizza soluzioni avanzate per sistemi integrati di Gestione Camera (GRMS) e sistemi di Gestione Energetica (EMS) per il mercato mondiale dell’ospitalità. VDA-Telkonet è un creatore di tecnologia e di innovazione che ha come obiettivo quello di fornire soluzioni attraverso le quali è possibile ottenere elevati standard di risparmio energetico contribuendo così a ridurre l’impronta di carbonio di tutti i clienti. Gli hotel diventano così sempre più smart e quindi più sostenibili. Nel 2023 la Società ha raggiunto un traguardo davvero unico nel proprio settore: sono ben 1 milione le stanze di hotel di diverse categorie che installano i sistemi VDA-Telkonet grazie ai quali si stima siano stati salvati l’equivalente di 15 milioni di alberi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *