Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (IA) ha fatto passi da gigante in vari settori, offrendo numerose opportunità per rendere la nostra vita quotidiana sempre più semplice ed efficiente. Google, il più noto e il più utilizzato tra i motori di ricerca a livello mondiale, ha recentemente annunciato l’introduzione di SGE (Search Guide Experience) con l’obiettivo di incorporare direttamente nel motore di ricerca i risultati generati dall’intelligenza artificiale utilizzando uno stile simile a quello del noto ChatGPT.

In questo articolo, esploreremo le caratteristiche chiave dell’SGE di Google e come potrebbe diventare il tuo agente di viaggio di fiducia aiutandoti nella pianificazione delle tue prossime avventure.

SGE di Google al servizio dei viaggiatori

Il gigante di Mountain View ha annunciato durante la conferenza Google I/O 2023 l’introduzione di una nuova funzionalità chiamata Search Generative Experience (SGE), la quale andrà a integrare i risultati generati dall’intelligenza artificiale in stile ChatGPT direttamente all’interno dei risultati del motore di ricerca di Google. Attualmente, questa funzione è disponibile per gli utenti statunitensi che partecipano al programma Search Labs.

SGE possiede la capacità di gestire ricerche complesse e offre informazioni basate sull’intelligenza artificiale all’interno di una sezione distintiva e colorata nella pagina dei risultati collocata sotto la tradizionale barra di ricerca.

Un aspetto chiave dell’SGE di Google è il miglioramento dei risultati di ricerca relativi ai viaggi. L’IA è, infatti, in grado di interpretare le richieste degli utenti in modo più accurato rispetto agli algoritmi tradizionali, fornendo informazioni più dettagliate e pertinenti all’intento di ricerca dell’utente.

Ad esempio, se stai cercando un volo per una determinata destinazione, SGE può fornirti una panoramica dei voli disponibili, compresi gli orari, i prezzi e le compagnie aeree. Inoltre, l’IA sarà in grado di mostrarti suggerimenti basati sulle tue preferenze di viaggio passate, come alloggi, ristoranti o attività interessanti nella zona di destinazione.

Un altro vantaggio dell’SGE di Google è la sua capacità di interagire con gli utenti in modo naturale. Grazie all’IA, l’esperienza di ricerca diventa più conversazionale. Puoi porre domande complesse o fare richieste specifiche e l’SGE sarà in grado di capire il contesto al fine di fornirti risposte accurate. Un esempio di utilizzo potrebbe essere quello di porre la domanda: “Quali sono gli hotel di lusso a cinque stelle più apprezzati a Parigi?” e SGE fornirà un elenco degli alloggi esclusivi situati nella capitale francese.

Pianificazione di viaggi su misura e interazione con altri servizi

L’SGE di Google ha anche l’obiettivo di offrire una pianificazione di viaggi su misura. L’IA è, infatti, in grado di suggerire itinerari basati sulle preferenze personali degli utenti, tenendo conto di vari fattori come la durata del viaggio, gli interessi specifici e il budget a disposizione.

Sei un appassionato di arte e cultura? L’SGE potrebbe suggerirti musei, gallerie d’arte ed eventi culturali nella tua destinazione preferita. Se preferisci attività all’aperto, potrebbe consigliarti escursioni, parchi nazionali o spiagge incantevoli da aggiungere al tuo itinerario.

L’SGE di Google, inoltre, non si limita solo alla pianificazione dei viaggi, ma si integra anche con altre app e servizi. Ad esempio, l’IA può essere collegata ai tuoi account di prenotazione alberghiera o ai portali delle compagnie aeree, permettendoti di visualizzare facilmente i dettagli delle tue prenotazioni e ricevere notifiche importanti. Infine, l’SGE può fornire informazioni in tempo reale sullo stato dei voli, i ritardi o le cancellazioni, tenendoti costantemente aggiornato sui tuoi programmi di viaggio.

In ogni caso, ricordiamo che è importante utilizzare una VPN mentre si fa uso di qualsiasi piattaforma online al fine di garantire che la propria posizione non venga rintracciata da possibili malintenzionati. Una VPN, o Virtual Private Network, crea, infatti, un tunnel crittografato tra il dispositivo dell’utente e Internet, mascherando la posizione e proteggendo la privacy online.

Infine, anche se al momento SGE è disponibile solo negli Stati Uniti, è possibile che arriverà presto anche in altri Paesi. Nel frattempo, ii lettori possono utilizzare altri chatbot AI, come quello offerto dal motore di ricerca Bing, per effettuare richieste di viaggio simili a quelle menzionate in questo articolo.

Conclusione

L’SGE di Google promette di rivoluzionare la pianificazione dei viaggi grazie all’ausilio dell’intelligenza artificiale, offrendo risultati di ricerca migliorati pianificazione su misura e integrazione con altri servizi. Con questa innovazione, diventerà sempre più semplice e piacevole organizzare un viaggio personalizzato secondo le proprie preferenze e necessità.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *