“Sulla via della seta” con Spectrum of the Seas

Partita dalla Spagna, Malaga e Barcellona, è in navigazione per la sua destinazione finale: il 3 giugno a Shanghai (homeport estivo) e poi Hong Kong (homeport invernale). È la nuova nave di classe Quantum Ultra della Royal Caribbean International. La Spectrum of the Seas, nata nel 2019 e destinata al mercato asiatico, è larga 42 metri e lunga 347 metri con una stazza di 168900 tonnellate. Può ospitare 4.246 ospiti in doppia occupazione e 1.551 membri dell’equipaggio.

di Francesca Ferrara

previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

Nel suo viaggio inaugurale, Global Odyssey “sulla via della seta” che, in 46 notti tocca 17 paesi, ha fatto tappa a Civitavecchia e Napoli, uniche due tappe italiane il 20 e il 21 Aprile, per poi prendere il largo verso: il Pireo (Atene), Canale di Suez, Aqaba (Giordania), Dubai, Emirati Arabi, Muscat (Oman), Pulau Penang (Malesia), Cochin (India) Singapore, Hong Kong e Shanghai

La Spectrum of the Seas si aggiunge alle precedenti unità classe Quantum Ultra quali Anthem e Ovation of the Seas. Nel corso delle tappe italiane l’abbiamo visitata per testimoniare le nuove tendenze dell’intrattenimento e dell’enogastronomia a bordo, utili spunti per chi organizza viaggi ed eventi.

Gli interni e alloggi

La grande novità di questa unità è l’area dedicata alle suite secondo il gusto asiatico: dal ponte 13 al ponte 16 le luxury suite Golden e Silver alle quali gli ospiti potranno accedere con una speciale keycard e ascensore privato. Assegnato a questi anche ristorante e lounge dedicati, oltre a una serie di servizi esclusivi, come l’accesso a The Balcony uno spazio privato per prendere il sole, rilassarsi e godere di un panorama unico, e a The Boutique, che consente uno shopping personalizzato.

Per le famiglie numerose è stata realizzata la Ultimate Family Suite, una camera esclusiva di 260 mq su due piani, che può ospitare fino a 11 persone in ben tre camere da letto dove anche i più piccoli hanno uno spazio dedicato al piano superiore e un divertente scivolo per raggiungere la zona giorno. E in più, per l’intrattenimento, attrezzature audio surround per karaoke, film e videogiochi.

Le attrazioni a bordo

Per gli amanti dell’attività fisica il complesso SeaPlex: autoscontro, pattinaggio a rotelle e pallacanestro oltre anche ad altre discipline. Per chi ama il Karaoke, il locale Star Moment. Per gli appassionati delle capriole e delle altezze lo Sky Pad, il trampolino di bungee jumping con realtà virtuale, situato a poppa della nave. Per gli amanti dei panorami a 360° la North Star, una capsula trasparente con vista panoramica, agganciata a un braccio meccanico che permette di portare i crocieristi a 90 metri sopra il livello del mare che offre la possibilità di vedere da un punto di vista privilegiato.

RipCord di iFly, il simulatore “zero gravity” di paracadutismo e quello di surf, FlowRider. Infine, il Two70, dove si possono provare nuove esperienze di realtà aumentata per trasportare i crocieristi in mondi avventurosi. Si tratta di una location all’avanguardia con ampie finestre dal pavimento al soffitto con vista a 270 gradi sull’oceano e tecnologia Vistarama, che trasforma le finestre panoramiche in una superficie di proiezione di spettacoli digitali, animati da sei grandi Roboscreen controllati da potenti e agili braccia robotiche.

L’enogastronomia a bordo

Per una crociera di un mese e mezzo non poteva mancare l’offerta internazionale che abbracciasse le diverse culture ma con particolare attenzione e accento a quella orientale: ristoranti giapponesi come Teppanyaki e Izumi, la cucina cinese autentica del Sichuan Red e il nuovo Wonderland’s Dadong, curato dallo chef stellato Dong Zhenxiang, celeberrimo per la sua cucina imperiale e la cottura sublime dell’anatra arrosto. Presente anche la cucina italiana con Jamie’s Italian dello chef britannico Jamie Oliver.E per gli amanti del break e dello spuntino, sala da tè e caffetteria del Leaf and Bean, che offre un’ampia gamma di tè cinesi, caffè e anche dolci e pasticcini cinesi e occidentali.

Le rotte della Royal Caribbean e i prossimi appuntamenti

L’innovazione è sempre stata caratteristica peculiare delle navi della compagnie da oltre 50 anni di attività con 260 destinazioni in 72 paesi e 6 continenti inclusa l’attesissima collezione Perfect Day Island di Royal Caribbean, con la prima isola privata che debutterà questa primavera alle Bahamas, Perfect Day a CocoCay.

Nel mese di maggio prevista tappa a Civitavecchia della nuova unità Celebrity Edge, l’attesissima ammiraglia di Celebrity Cruises, un’altra delle compagnie del gruppo Royal Caribbean, che offrirà crociere per tutto il periodo estivo nel Mediterraneo toccando località come Santa Margherita Ligure, Napoli, Palma di Maiorca, Montecarlo e alcune delle più affascinanti isole della Grecia.

I porti italiani saranno scalo con Oasis of the Seas, che torna a navigare nel Mediterraneo dalla primavera del 2019 con partenze anche da Civitavecchia. Sempre dallo scalo laziale si parte a bordo di Jewel of the Seas per crociere nel Mediterraneo occidentale, alla scoperta delle isole greche o in Terra Santa.

Da Venezia, la Rhapsody of the Seas partirà per le isole greche.

Tra gli altri scali in Italia anche Portofino, La Spezia, Salerno, Livorno, Messina, Catania e Cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *