Air Italy ha avviato il trasferimento di 51 ruoli da Olbia a Malpensa, come annunciato a giugno 2018.

“Questi trasferimenti garantiranno l’efficienza e la scalabilità delle operazioni di Air Italy in futuro”, ha affermato Mills. “Lo staff coinvolto rappresenta il 16% dello staff di Air Italy con sede a Olbia. I reparti delle altre 267 persone – l’84% del personale di Air Italy ad Olbia – non saranno trasferiti come è stato già confermato.”

I nuovi uffici sono però destinati a crescere e nel corso della settimana saranno coperte 5 nuove posizioni lavorative vacanti fra i vari reparti aziendali. In conseguenza di ciò, il numero totale di nuovi posti di lavoro aggiunti nell’intera compagnia aerea, negli ultimi sei mesi dal lancio del nuovo marchio, ammonta a 58 di cui 53 in Italia.

“Queste nuove posizioni hanno generato nel gruppo Air Italy una moltitudine di nuove opportunità sia per il personale già in forza, sia per i nuovi e futuri occupati. Mentre la compagnia aerea continua a crescere – in seguito al costante ingresso di nuovi aeromobili e all’apertura di nuove destinazioni in tutto il mondo – queste nuove opportunità di lavoro sono destinate a crescere”, ha dichiarato Neil Mills, Chief Operating Officer di Air Italy.

“Air Italy – ha aggiunto Mills – sta attraversando un importante fase di trasformazione, che la porterà ad essere da una piccola compagnia aerea regionale focalizzata sul charter ad una compagnia aerea internazionale di medie dimensioni con il suo hub a Malpensa. Questo comporterà una crescita importante del personale in tutta l’azienda, in particolare per piloti, personale di bordo, ingegneri e tecnici, oltre a tutti i posti di lavoro indiretti, ad esempio nella ristorazione e nell’handling aeroportuale. Già nel 2018 la crescita andrà ben oltre 100 dipendenti di terra e stiamo attualmente lavorando per sviluppare il budget dettagliato delle nuove assunzioni per il 2019. ”

Negli ultimi sei mesi Air Italy ha ricevuto cinque nuovi aeromobili e lanciato tre nuove destinazioni internazionali, tra cui Bangkok, il cui primo volo è stato inaugurato domenica 9 settembre. Altri tre aerei entreranno in flotta negli ultimi tre mesi del 2018.

Tutti questi sviluppi fanno parte del piano industriale originale che è stato presentato, insieme al nuovo marchio, all’inizio di quest’anno, il cui punto focale è lo sviluppo di un nuovo hub a Milano Malpensa e la permanenza della sede centrale della società a Olbia.

Condividi: