Si è tenuta dal 10 al 13 febbraio, presso il Roma Convention Center La Nuvola e presso il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotel, l’Assemblea Generale di IAPCO (International Association of Professional Congress Organisers). Il Comitato organizzatore locale della conferenza, composto dai tre importanti player del settore come AIM Group International, Ega Worldwide Congresses & Events ed OIC Group, insieme a Eur Spa hanno organizzato l’evento di apertura alla Nuvola, l’avveniristica sede per eventi progettata dallo studio Fuksas, per dare l’avvio ai lavori che hanno impegnato per tre giorni i circa 150 delegati internazionali. La manifestazione è stata realizzata grazie al supporto della Regione Lazio, del Comune di Roma, di ENIT, di ICE, di Eur Spa, del Convention Bureau Italia e del Convention Bureau di Roma e Lazio.

Aprendo i lavori dell’Assemblea Generale IAPCO, il presidente del Convention Bureau di Roma e Lazio, Stefano Fiori, ha sottolineato l’importanza di questa manifestazione come facilitatore della ripresa del mercato e della destinazione: “Siamo molto soddisfatti di aver contribuito a portare la General Assembly di IAPCO a Roma, dopo oltre 40 anni, e ringrazio per il supporto l’Assessore al Turismo della Regione Lazio Valentina Corrado e l’Assessore al Turismo del Comune di Roma Alessandro Onorato, che hanno creduto nel progetto. IAPCO rappresenta i più qualificati organizzatori professionali di congressi ed eventi al mondo, ed ospitare oltre 100 decision maker di altrettante aziende internazionali è un ottimo modo per ripartire concretamente promuovendo la nostra destinazione e le sue eccellenze”.

Sulla stessa linea anche Carlotta Ferrari, presidente del Convention Bureau Italia, che si è detta “orgogliosa di essere partner di questo importante progetto, che intende innanzitutto celebrare questa industry e il valore di incontrarsi. L’Italia ha reagito alla crisi ed è pronta a ripartire con un nuovo passo, guardando al futuro, come dimostrano le aperture o il rinnovamento di nuovi centri congressi e hotel e l’acquisizione di importanti eventi internazionali. L’Italia è sempre la stessa, è aperta e pronta a ospitare nuovi eventi” ha concluso.

“Italy is back, Roma is back” ha annunciato il Sindaco Roberto Gualtieri alla platea internazionale dei delegati. “La nuova amministrazione considera questo settore come strategico ed è pronta a lavorare per supportarlo, migliorando l’attrattività della città grazie a importanti investimenti in innovazione, sostenibilità, qualità dell’ambiente urbano e dei servizi. L’interazione tra connessione digitale e umana sarà fondamentale per rendere gli eventi in città unici e sempre più efficaci”.
Per favorire la ripresa del settore, dopo lo stop pandemico, sarà fondamentale “agire insieme, in spirito di stretta collaborazione tra tutte le istituzioni e la filiera industriale” ha ribadito Marco Simoni, Presidente di Eur Spa di fresca nomina e “padrone di casa” al Centro Congressi La Nuvola. “Non c’è futuro senza innovazione, recita il claim di questa sera, e il distretto dell’Eur e questo centro congressi, nati all’insegna della innovazione, ne sono un chiaro esempio. Dopo avere ospitato il G20 di recente, abbiamo già diversi importanti eventi in calendario per i prossimi mesi e siamo pronti a diventare un gateway di accesso alla città, alla sua storia, alla sua modernità”.

Sull’importanza del settore è tornato il presidente di ENIT Giorgio Palmucci: “La filiera della meeting industry è centrale nel rilancio dell’Italia turistica” ha sottolineato. “Attraverso questa iniziativa puntiamo soprattutto sul segmento associativo, che rappresenta il 25% del comparto ed è fonte di crescita economica e sociale, ma anche un’opportunità di accrescimento culturale. La collaborazione stretta con i professionisti e il mondo accademico è di grande valore per contribuire a sostenere l’offerta turistica nazionale ad accrescere appuntamenti, convegni e conferenze a beneficio di tutto l’indotto turistico. Un nuovo modo di fare squadra. Come e più di prima”.
Della prospettiva di costruire un nuovo futuro ha parlato Carlo Ferro, Presidente ICE: “L’Italia si sta preparando a riposizionarsi dopo la crisi, stiamo dando nuova forma al Paese, nella direzione della digitalizzazione e della sostenibilità. Questa transizione e la ripresa economica in atto faranno da driver anche per la ripresa del mercato degli eventi. Grazie a un’azione sinergica di tutte le istituzioni e degli operatori, facendo sistema, riusciremo ad attrarre nuovi visitatori e offrire loro la migliore esperienza”.

Nel corso dei tre giorni di lavori congressuali, svolti presso il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotel, i rappresentanti delle aziende specializzate nell’organizzazione di congressi, meeting ed eventi provenienti da 23 diversi Paesi, si sono confrontati sui trend di cambiamento e i driver di innovazione su cui è necessario agire per garantire un ruolo significativo al settore, dove ambiente virtuale, tecnologie e sicurezza hanno imposto nuovi paradigmi da integrare con il valore dell’incontro di persona e dello scambio interpersonale.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *