Quando si inizia a parlare di piazze non è mei piacevole. Il problema se tutto è saltato è forse più Conte che Savona. Si reputa infatti che la bocciatura di un Ministro coinvolga anche in parte un Presidente del Consiglio non in grado di gestirlo.

Quindi, compito di Di Maio e Salvini per le prossime elezioni sarà quello di trovare un premier che il Presidente non possa più bocciare. A prescindere da qualsiasi Ministro scelto.

C’è solo un nome a nostro avviso che possa garantire questi presupposti: Beppe Sala, sindaco di Milano.

Forza Italia e Pd non potrebbero opporsi, la Lega forse, ma a Milano ne ha testato capacità amministrative , apertura al dialogo e spirito internazionale nel corso di EXPO 2015.

Si opporranno sicuramente i 5 Stelle, ma Sala ha dimostrato di essere uscito pulito e incensurato dopo una manifestazione portata a casa per miracolo e tra mille difficoltà burocratiche.

Ovviamente non potrà opporsi l’Europa, o almeno quel che ne resta.

Autore

Condividi: