BIT 2020: la quarantesima edizione parte in quarta

La quarantesima edizione di Bit ha preso ufficialmente il via il 9 febbraio con il taglio del nastro alla presenza del Sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali Lorenza Bonaccorsi.

Ottima l’affluenza del pubblico dei viaggiatori alla manifestazione. C’era apprensione per via della psicosi del coronavirus, ma a parte qualche mascherina sporadica nessuna scena di panico: padiglioni affollati e animati da iniziative ed eventi volti a presentare e promuovere i diversi territori, italiani e internazionali.

Studio Fotografico Giudicianni&Biffi

La Borsa Internazionale del Turismo rispecchia così l’andamento del settore, in costante crescita. Quest’anno si registra un trend particolarmente positivo, rilevato anche dal XXIII Rapporto sul Turismo Italiano promosso da IRISS-CNR presentato durante questa prima giornata di lavori.

Studio Fotografico Giudicianni&Biffi

Il comparto, nel 2018, ha visto 3,56 milioni di posti di lavoro, pari al 14% dell’occupazione totale nazionale. Numeri rilevanti quelli del turismo internazionale in Italia con un +12,4% rispetto al 2015 ed un incremento medio annuo di circa il 4%, maggiore di quello di Spagna (3,8%), Germania (3,3%) e Francia (2,6%). Anche il turismo domestico registra numeri in crescita, sempre nel periodo 2015-2018, con un +6%, pari ad un tasso medio annuo di +2,9%.  Analizzando i dati di incoming delle singole regioni, il primo posto del podio spetta al Veneto (19,5 milioni), seguito da Lombardia (16,7 milioni), mentre in termini di presenze, il Veneto conferma la pole position (69 milioni) inseguito, a distanza, dal Trentino Alto Adige (51,4 milioni). La Campania registra i valori assoluti più alti tra le regioni meridionali e insulari, con circa 6 milioni di arrivi e 21,6 milioni di presenze. A livello di flussi internazionali, sono gli arrivi dall’Unione Europea a conservare una netta prevalenza (68%): le variazioni più rilevanti hanno riguardato la riduzione delle presenze tedesche, a fronte di un incremento di circa 2 milioni delle presenze statunitensi.
 
Una crescita esponenziale viene registrata dal “turismo silver”: il convegno “Senior in viaggio: il boom del silver tourism” – organizzato da Letyourboat e I Viaggi di Maurizio Levi, in collaborazione con Altraeta.it e Lattanzio KIBS – ha evidenziato quelle che sono le abitudini dei senior che vogliono continuare a viaggiare, esplorare, dedicare il tempo libero alle proprie passioni. La spesa turistica degli italiani over 65 è stimata in circa 5 miliardi di euro: a questi ne vanno aggiunti altri 5 provenienti dai senior stranieri, che si recano in Italia attratti dall’arte e dalla cultura. Anche il contatto con la natura risulta uno dei trend più apprezzati dal target.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *