Booking.com offre un bonus del 15% ai clienti per riprenotare i soggiorni cancellati

Questa settimana Booking.com ha lanciato una campagna per incentivare i clienti in Italia che hanno dovuto cancellare le loro prenotazioni domestiche, in seguito alle restrizioni di viaggio governative imposte a causa del COVID-19, a prenotare un soggiorno futuro nella stessa struttura, per quando sarà più sicuro viaggiare di nuovo.

Per incoraggiare i clienti a prenotare nuovamente la stessa struttura, Booking.com offrirà un premio del 15% (per un valore massimo di 100 EUR) dopo il soggiorno, valido per le prenotazioni effettuate fino al 31 dicembre 2020 e con data di check-out fino al 30 aprile 2021. Per sostenere ulteriormente le sue strutture partner, Booking.com rinuncerà alle commissioni su tutte le prenotazioni che rientrano della campagna.

Questo annuncio fa seguito a una serie di iniziative ideate per sostenere i partner in questo momento difficile, mentre nel mondo la gente riprende a viaggiare, tra cui quella di mostrare più in evidenza le misure precauzionali che le strutture hanno messo in atto contro il COVID-19. Un’altra prevede l’annullamento delle commissioni sulle prenotazioni cancellate e su quelle per cui sono state cambiate le date, o per cui è stato emesso un voucher in seguito alle restrizioni di viaggio governative imposte in alcuni Paesi. Queste condizioni verranno applicate in maniera retroattiva, ove rilevante. Booking.com ha inoltre introdotto uno strumento per aiutare i partner a rendere più flessibili le condizioni di prenotazione, in modo che le strutture possano beneficiare della ricerca di flessibilità da parte dei viaggiatori in questi tempi caratterizzati da forti incertezze.

“Tutti coloro che lavorano nel mondo dei viaggi hanno lo stesso interesse: che il settore sopravviva alla crisi,” afferma Arjan Dijk, Senior Vice President e Chief Marketing Officer di Booking.com. “Stiamo lavorando senza sosta per portare business ai nostri partner, per essere di ispirazione ai viaggiatori e per ricompensarli se scelgono di sostenere le attività del loro Paese, in modo che quando sarà il momento, potremo continuare nella nostra missione di aiutare tutti a scoprire il mondo”

Benché queste circostanze eccezionali abbiano messo momentaneamente in pausa i viaggi, con queste iniziative Booking.com spera di aiutare i consumatori in Italia a sostenere in maniera attiva le strutture ricettive nazionali che amano di più e, allo stesso tempo, spera di aiutare i partner a ricevere nuove prenotazioni per quando sarà più sicuro ricominciare a esplorare il mondo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *