Carlson Wagonlit Travel (CWT), società globale specializzata nella gestione dei viaggi d’affari e di meeting ed eventi, ha annunciato di aver ritirato la procedura di licenziamento collettivo aperta per i dipendenti dell’ufficio di Torino e di aver firmato ieri un accordo con i Sindacati che prevede il ricorso a soluzioni alternative per gli esuberi previsti.

Le misure concordate nell’incontro con i Sindacati si fondano su una mobilità volontaria che sarà realizzata su tutto il territorio nazionale consentendo di evitare la chiusura totale della sede CWT di Torino.

«Fin da subito ci siamo concentrati su soluzioni che minimizzassero gli impatti delle modifiche nell’assetto occupazionale – dichiara Antonio Calegari, VP e Country Director di CWT per Italia e Grecia. – L’accordo raggiunto oggi sottolinea la nostra volontà di gestire questa transizione in modo attento, responsabile ed etico, salvaguardando al tempo stesso le migliori competenze presenti all’interno della nostra organizzazione».

CWT ha lanciato lo scorso anno una strategia di trasformazione digitale – CWT 3.0 – studiata per rendere la prenotazione delle trasferte aziendali ancora più semplice, veloce e user-friendly per il viaggiatore ed efficace per l’azienda. A questo scopo il Gruppo CWT sta facendo investimenti importanti in tecnologia che includono l’automazione di molti processi, per poter così concentrare le competenze dei consulenti di viaggio sul supporto ai viaggiatori e sulla gestione delle situazioni più complesse.

«Siamo fiduciosi che il nuovo assetto organizzativo – parallelamente ai nostri strumenti digitali di ultima generazione – ci consentirà di rispondere in modo efficace alle aspettative dei nostri clienti – conclude Calegari -, supportando così un ulteriore rafforzamento della nostra presenza in Italia che continua ad essere un mercato strategico per CWT».

Autore

Condividi: