easyJet ha reso disponibile per i suoi clienti business il “CO2 Report“, uno strumento per aiutarli a misurare l’impatto della compensazione delle emissioni di CO2 quando volano con easyJet e il conseguente risparmio sui costi dei loro viaggi d’affari. Nelle scorse settimane la compagnia aerea ha rilasciato i primi report ai suoi maggiori clienti business in tutta Europa, così come in Italia.

I report forniscono informazioni basate su dati di volo reali per consentire alle aziende di misurare le emissioni di CO2 compensate quando volano con easyJet e aiutarle a fissare obiettivi per i viaggi futuri. I report, inoltre, forniscono alle aziende un quadro chiaro del risparmio sui costi, considerato che easyJet compensa le emissioni di CO2 derivanti dal carburante usato per tutti i suoi voli, senza costi aggiuntivi per i suoi clienti.

easyJet è l’unica grande compagnia aerea europea a compensare le emissioni di CO2 che derivano dal carburante utilizzato per tutti i suoi voli senza costi aggiuntivi per i suoi clienti e a sostenere solo progetti certificati da Gold Standard o Verified Carbon Standard: schemi di certificazione riconosciuti a livello internazionale.

I report includono, inoltre, informazioni sui progetti supportati dalla compagnia attraverso il programma di compensazione, così come una panoramica sul suo impegno per la sostenibilità ambientale. La compagnia sta già lavorando con diversi partner di spicco del settore, tra cui Airbus, Rolls-Royce, Cranfield Aerospace Solutions e Wright Electric, per accelerare lo sviluppo della tecnologia degli aerei a zero emissioni e delle infrastrutture di supporto per i voli del futuro. La compagnia aerea è ottimista sul fatto che potrebbe iniziare a far volare i clienti su aerei alimentati a idrogeno, elettrici o ibridi tra la metà e la fine degli anni 2030.

easyJet ha fatto volare nel FY21 più di tre milioni di clienti business e ha registrato una ripresa della domanda dei viaggi d’affari più rapidamente del previsto. Le PMI da tempo si affidano a easyJet per i propri viaggi d’affari, mentre le aziende più grandi sono oggi alla ricerca di valore e di compagnie aeree che le aiutino a ridurre il loro impatto ambientale.

Nicolas Guarch, Business Development Manager Southern Europe di easyJet ha commentato: “Abbiamo osservato come le aziende abbiano ripreso a viaggiare e siano alla ricerca non solo di valore, ma anche di compagnie aeree come easyJet che le aiutino a ridurre la loro impronta di carbonio. E, come abbiamo constatato durante le precedenti congiunture negative, ci si aspetta che easyJet sia in grado di attrarre una domanda sempre più sostenuta di viaggi d’affari, con aziende e PMI interessate al nostro valore, al nostro network e al nostro approccio alla sostenibilità. Siamo quindi lieti di mettere i CO2 Report a disposizione dei nostri clienti business per permettere loro di capire meglio l’impatto delle emissioni di anidride carbonica dei loro viaggi, di scegliere di volare ancora più informate dal punto di vista della sostenibilità e di identificare facilmente i risparmi sui costi che derivano dal fatto che easyJet sia l’unica grande compagnia aerea europea a compensare le emissioni di CO2 del carburante utilizzato su tutti i voli della sua rete, senza costi aggiuntivi per i clienti”.

Clive Wratten, Chief Executive di The Business Travel Association ha commentato: “La comunità dei viaggiatori d’affari ha un ruolo vitale da svolgere nel garantire che le aziende possano misurare in maniera accurata e gestire la propria impronta di carbonio. Gli operatori del settore dei trasporti come le compagnie aeree sono parte integrante di questo processo ed è per questo che accogliamo con favore iniziative come questa di easyJet, in grado di aiutare le imprese ad avere un approccio più sostenibile ai viaggi”.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *