biglietti per il summit one vanderbilt

New York è una delle città più incredibili al mondo, oltre a essere la meta e il “sogno” prediletto di tantissimi turisti. Naturalmente, offre infinite possibilità di svago, cultura e divertimento, come la possibilità di visitare alcuni dei più importanti musei, o magari valutare i Summit New York tickets. Vogliamo dunque provare a rispondere alla domanda: cosa fare a New York in una settimana? I nostri suggerimenti.

Giorno 1: Times Square, 5th Avenue e Central Park

Il primo giorno a New York sarà all’insegna delle emozioni forti e delle prime scoperte. Si può iniziare l’avventura visitando Times Square, ovvero il cuore pulsante della città e simbolo della sua grandiosità. Suggeriamo di prendersi almeno mezz’ora per visitare il posto, immergendosi totalmente nella cultura della Grande Mela.
Dopo Times Square, bastano due isolati per raggiungere la 5th Avenue, una delle strade più famose di New York. Qui è possibile passeggiare lungo la via ammirando le vetrine delle grandi firme, i taxi gialli e l’incessante flusso di persone che animano la città. Ovviamente, a questo punto non ci si può perdere in alcun modo una visita al Rockefeller Center e all’osservatorio Top of the Rock. Suggeriamo di prenotare il pass in anticipo, così da avere l’accesso evitando le code e godersi il panorama di New York da una posizione super privilegiata.
Continuando il tour lungo la 5th Avenue, avrete l’occasione di vedere la Trump Tower e l’Apple Store principale di New York. Quest’ultimo, caratterizzato da un cubo di vetro con il simbolo della mela, è un vero e proprio luogo di culto per gli appassionati di tecnologia.
Raggiunto l’angolo sud-est di Central Park, è ora di esplorare questo immenso rettangolo verde che offre un’oasi di tranquillità in mezzo al caos cittadino. Un vero e proprio “polmone verde” tra asfalto e cemento da non perdere.

Giorno 2: musei e cultura a New York

Il secondo giorno della settimana a New York può essere dedicato alla visita dei musei. Tra quelli più interessanti troviamo il Guggenheim Museum, il Metropolitan Museum of Art, il Museo della città di New York e il MET.
Nel pomeriggio ci si può dirigere verso i pittoreschi quartieri di SoHo e Greenwich Village. Passeggiare tra le strade acciottolate, le case a schiera in mattoni rossi e le boutique di stilisti emergenti è un’occasione d’oro. Suggeriamo di non perdersi una visita al Washington Square Park, punto di ritrovo degli artisti di strada e dei musicisti locali.
Per concludere in bellezza la giornata, regalatevi una serata a Broadway, assistendo a uno dei tanti spettacoli teatrali in cartellone. I biglietti si possono prenotare prima, così da godersi lo spettacolo in totale tranquillità.

Giorno 3: Liberty Island e Lower Manhattan

Il terzo giorno può essere dedicato alla visita dei simboli della città: la Statua della Libertà ed Ellis Island, per scoprire la storia di luoghi che hanno rappresentato la speranza e la libertà per milioni di immigrati.
In seguito si può tornare a Manhattan per esplorare il quartiere finanziario di Lower Manhattan, dove potrete ammirare grattacieli come One World Trade Center e visitare il Museo Memoriale dell’11 settembre, un luogo di riflessione e memoria per le vittime degli attentati dell’11 settembre 2001.
Infine suggeriamo di concludere la giornata con una passeggiata sul ponte di Brooklyn, uno dei simboli più iconici di New York, godendosi il tramonto e le luci della città che si accendono, regalando panorami indimenticabili.

Giorno 4: tra arte e panorami da sogno

Cosa si può organizzare per il quarto giorno? Magari si potrebbe iniziare la giornata con una visita al Museum of Modern Art (MoMA), uno dei più importanti musei d’arte moderna e contemporanea del mondo. Solo per citare alcuni artisti, qui è possibile ammirare le creazioni di Van Gogh, Picasso e Pollock.
Poi, è possibile regalarsi del puro relax passeggiando lungo la High Line, un parco lineare ricavato da una vecchia ferrovia sopraelevata. Suggeriamo di fare un salto al Chelsea Market per fare shopping e assaggiare le prelibatezze culinarie offerte dai numerosi stand gastronomici.
Come terminare la giornata nel migliore dei modi? Semplice: con una visita all’Empire State Building, uno dei grattacieli più famosi al mondo, dove si può salire fino al 102° piano e godere di un panorama mozzafiato sulla città illuminata.

Giorno 5: tra jazz e atmosfera cosmopolita

Perché non scoprire due culture a New York? Sì, visitare Chinatown e Little Italy è un’occasione, perché questi due quartieri storici vi faranno sentire come se foste davvero in Oriente o (di nuovo) a casa.
La giornata può poi essere conclusa con una serata all’insegna della musica jazz al Village Vanguard, uno dei club più storici di New York. Lasciatevi decisamente trasportare dalle note e dall’atmosfera unica di questo locale che ha ospitato i più grandi nomi del jazz.

Giorno 6: Harlem

Per comprendere pienamente New York, non possiamo non suggerire di visitare Harlem, il quartiere storico legato alla cultura afroamericana: qui si può passeggiare tra le sue strade e ammirare i murales colorati che raccontano la storia e le lotte della comunità.
Alla sera, invece, un tips di viaggio: si può andare al teatro Apollo, uno dei teatri più importanti della città e luogo di nascita di molti talenti musicali. Un’esperienza indimenticabile.

Giorno 7

Nell’ultimo giorno della vostra settimana a New York, concedetevi una giornata di divertimento e relax a Coney Island, dove si trova la celebre spiaggia della città. Tra prendere il sole, tuffarsi nell’oceano e provare le attrazioni del luna park, è possibile scoprire angoli nascosti e assaporare l’atmosfera unica della Grande Mela.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *