Visit Estonia si è presentata sul mercato italiano in due eventi, a Roma e Milano, con la presenza di Kristiina Talisainen, B2B Marketing e Kadri Gröön, International media.

La piccola destinazione del nord Europa dal cuore green, rappresentata in Italia da Martinengo Communication, ha scelto la terrazza dell’hotel Scala per mostrare le sue bellezze tramite un video d’effetto e proporre le sue specialità. Al fine di trasportare gli ospiti in una serata dall’atmosfera estone sono stati serviti Vana Tallinn, un liquore a base di rum con retrogusto di vaniglia, cannella e limone e Gin Tonic a base del Best World Gin 2020 Junimperium e della migliore tonica estone Orn Craft Indian Tonic, il tutto con l’aggiunta di frutti di bosco e mele estoni. Janek, esperto dj della radio, ha saputo dare alle serate quel tocco estone magico e indimenticabile. Un laboratorio di pittura del marzapane è stato allestito per dare la possibilità di sperimentare le attività familiari estoni.

Kadri Gröön e Kristiina Talisainen all’evento di Milano

«Puntiamo sul mercato italiano in quanto nostro mercato storico e con ottime potenzialità di crescita, – ha annunciato Kristiina Talisainen B2B Marketing Visit Estonia. – L’Italia e l’Estonia sono molto ben collegate dalle due compagnie lowcost Ryanair e Wizz Air con oltre 20 voli a settimana da 8 città italiane e dalle molteplici possibilità di raggiungere Tallinn attraverso diversi hub europei con compagnie di linea come Lufthansa, Finnair, SAS e Air Baltic, Dall’inizio dell’anno fino alla fine di luglio 2022 l’Estonia ha accolto 791.983 visitatori internazionali, di cui 11.338 italiani (190% in più rispetto allo stesso periodo 2021). La principale concentrazione degli arrivi turistici è registrata nella capitale, Tallinn, molti dei quali per turismo leisure ma anche per business travel e congressi».

«La nostra natura, assai diversa da quella italiana, sa affascinare gli italiani e stimolare il desiderio di attività outdoor – ha aggiunto Kadri Gröön,- così come i sapori della nostra cucina sanno soddisfare anche i palati più raffinati. Infatti, impossibile non citare l’importanza della scena gastronomica estone, dotata di una visione altamente eco-responsabile, recentemente affermatasi grazie all’inserimento di 31 ristoranti nella prestigiosa Guida Michelin. Una Stella Michelin è stata assegnata a NOA Chef’s Hall e a 180° by Matthias Diether mentre ai ristoranti Põhjaka Manor a Mäeküla e Fotografiska a Tallinn è stata assegnata la Stella Verde. – A partire dal 22 novembre ci saranno gli spettacolari mercatini di Natale, dove è stato allestito il primo albero di Natale d’Europa. Una visita in questo periodo è il momento migliore per godersi la magica atmosfera nelle strade delle città e poi avventurarsi nei boschi innevati e dedicarsi agli sport invernali o concedersi una smoke sauna».

Presenti anche alcuni partner locali quali Visit Tartu – città universitaria del sud dell’Estonia eletta European Capital of Culture 2024 -, Ibis Hotel Tallinn Centre,  struttura situata nel centro di Tallinn dotata di sala conferenze fino a 60 persone ed Eckero Line – compagnia di traghetti che collegano Tallinn ed Helsinki. Gli eventi hanno visto la partecipazione di oltre 60 rappresentanti dei principali media italiani, professionisti del travel trade, Mice e incentive.

Tallin Old Town

«L’obiettivo è far conoscere agli italiani la bellezza del paese a livello naturalistico, culturale e storico evidenziando anche la sua anima green, dinamica e super tecnologica, oltre ad una scena musicale molto ben affermata che offre intrattenimento e divertimento per tutti i gusti e le età, – aggiunge Lucrezia Martinengo di Martinengo Communication, Ufficio Rappresentanza in Italia di Visit Estonia.– Ci aspettiamo un crescente interesse da parte dei viaggiatori italiani verso l’Estonia, una nuova destinazione che può attrarre diverse nicchie di mercato».  

Tartu

Un viaggio in Estonia combina la voglia di perdersi nella natura con il desiderio di rivivere tradizioni storiche come una visita alla città di Tallinn, patrimonio mondiale dell’UNESCO, il cui centro medioevale è uno dei meglio conservati al mondo. Qui la natura la fa da padrona, ma al contempo un rapido sviluppo tecnologico ha contribuito a rendere l’Estonia un paese digitale e uno dei più informatizzati al mondo, combinando con molta semplicità tradizione e innovazione, l’architettura del legno con gli ambienti tecnologici più innovativi. E non si può certo dimenticare Tartu nel sud del paese, la più antica città baltica, sede della prima università del nord Europa. L’Estonia vi sorprenderà col calore dei suoi abitanti, i mille sapori della sua variegata cucina, i colori della natura, la sua storia e le sue tradizioni.

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *