La tecnologia è in continua evoluzione e gioca un ruolo attivo nelle nostre vite quotidiane. Per questo motivo, Marriott International collabora con due aziende leader nel settore, Samsung Legrand, per lanciare la camera d’albergo IoT (Internet of things) con uno sguardo all’esperienza alberghiera del futuro.

IoT Guestroom Lab, promosso dal Marriott’s Innovation Lab nella sede centrale del gruppo, sperimenta idee che possono migliorare l’esperienza dell’ospite in hotel, creare camere più efficienti per costruzione e design e contribuire agli obiettivi di sostenibilità di Marriott. Il Lab mira alla creazione della camera d’albergo intelligente, dotata di molteplici sistemi e apparati IoT responsive in grado di comunicare tra loro per migliorare il servizio degli ospiti e ottimizzare le operazioni che vengono fatte in albergo.

“I nostri ospiti desiderano personalizzare praticamente tutto nella loro vita, compresa la loro esperienza in hotel”, ha detto Stephanie Linnartz, Global Chief Commercial Officer di Marriott International. “Facendo squadra con i migliori partner del settore, puntiamo sulla tecnologia mobile e voice-enabled per permettere ai nostri ospiti di prenotare la stanza più vicina ai loro bisogni – per esempio che ricrei un ambiente di relax d’avanguardia o che consenta la massima produttività per coloro che viaggiano per lavoro”.

“In Samsung, vogliamo migliorare e rendere più facile la vita dei nostri clienti, quando sono a casa così come durante un viaggio”, ha aggiunto James Stansberry, Senior Vice President and General Manager di ARTIK IoT, Samsung Electronics. “In collaborazione con Legrand e Marriott, possiamo offrire livelli di controllo e personalizzazione senza precedenti grazie ai nostri servizi end-to-end loT promossi dalla piattaforma ARTIK e SmartThingsCloud. A partire da un sistema di illuminazione intuitivo a comandi vocali in camera, stiamo fornendo esperienze personalizzabili e intelligenti che renderanno la vita dei nostri clienti più comoda, produttiva e sicura”.

Lo sviluppo di un sistema intuitivo è fondamentale per Marriott, che desidera fornire ai suoi ospiti un’esperienza innovativa negli hotel dei suoi 30 brand. La tecnologia che troviamo nell’IoT Guestroom Lab consente all’utente, ad esempio, di richiedere un’assistenza virtuale per avere una sveglia alle 6:30, per seguire una lezione di yoga attraverso uno specchio interattivo, per richiedere ulteriori servizi di pulizie o per personalizzare la temperatura della doccia dal proprio profilo cliente – il tutto attraverso comando vocale o app.

“Siamo orgogliosi delle innovazioni che stiamo portando avanti insieme a partner leader del settore, che ci consentiranno di rivoluzionare il mondo dell’ospitalità, dall’esperienza degli ospiti in hotel, fino alla gestione e alla costruzione”, ha spiegato Karim Khalifa, Senior Vice President, Global Design di Marriott International. “Insieme a Samsung e Legrand, stiamo creando la camera d’hotel del futuro”.

Marriott sta lavorando per un futuro in cui i proprietari alberghieri possano contare su soluzioni end-to-end senza interruzioni, trasparenti e flessibili che richiedano apparecchiature minime e in cui gli ospiti possano godere di un’esperienza integrata che consenta l’accesso a dati e informazioni personali così come a sistemi di controllo vocale e ottimizzati per dispositivi mobili. Tali sistemi impatteranno positivamente anche sulle operazioni in hotel e miglioreranno il servizio personalizzato consentendo, per esempio, al personale di fornire servizi all’orario richiesto dal cliente.

Superati tre mesi di IoT Guestroom Lab, Marriott, Samsung e Legrand analizzeranno i feedback per continuare sulla strada dell’innovazione con la tecnologia IoT. I consumatori inizieranno a vedere elementi di tecnologia innovativa nelle stanze di hotel nel corso dei prossimi cinque anni.

Autore

Condividi: