Denominata “La nuova visione per il turismo in Kenya”, la strategia presentata dal Segretario di gabinetto del Ministero del Turismo e della Fauna Selvatica Najib Balala fornisce una tabella di marcia per il settore e ne disegna il futuro illustrando in maniera dettagliata come sviluppare con successo il turismo sostenibile in Kenya.
Il piano costituisce una parte importante della missione del suo Ministero, chiamato ad accelerare la trasformazione economica delle comunità fornendo soluzioni e aprendo nuove opportunità di crescita nel settore turistico: “Nonostante le numerose sfide e il contesto a volte difficile, il turismo in Kenya ha compiuto enormi progressi per offrire concretamente un’esperienza indimenticabile ai turisti. In questo contesto, la Strategia Turistica per il Kenya 2021-2025 mira a spingere il settore a livelli sempre più alti”. – ha commentato Najib Balala.
“La strategia, perfettamente in linea con il brand Magical Kenya Tourism, evidenzia le opportunità che il settore può sfruttare non solo per crescere ma anche per offrire esperienze che lascino un segno nella vita delle persone che le vivono”.
Partendo dall’analisi delle sfide imposte dalla pandemia di COVID-19, il piano guiderà lo sviluppo del turismo nei prossimi cinque anni, con un focus sulla diversificazione dei prodotti in una destinazione che dipende ancora fortemente dal turismo associato al binomio safari e al mare.

Per raggiungere questo traguardo il piano si basa su quattro pilastri: brand, marketing, esperienze e fattori abilitanti. Innanzitutto dovrà crescere il brand Kenya, la cui riconoscibilità dipende dalla capacità della destinazione di raccontare, in modo chiaro ed esaustivo, le ragioni per cui vale la pena di visitare il paese. Sarà poi compito di una efficace strategia di marketing valorizzare lo storytelling identificando i canali più efficaci per trasmettere questi messaggi ai mercati target chiave in tutto il mondo. A questo proposito verranno sviluppate iniziative specifiche per ciascun canale, come la digitalizzazione di tutta la filiera turistica e la creazione di standard sostenibili in linea con le tendenze globali.

La strategia prevede la promozione del Kenya come destinazione multiprodotto, con un’offerta diversificata che gli consenta di competere con i paesi vicini e altre destinazioni emergenti. Inoltre, mira a diversificare i flussi turistici in Kenya dai mercati tradizionali dell’Europa e del Nord America ai mercati emergenti come l’India e la Cina.

L’ambizione del Ministero è affermare il Kenya tra le principali destinazioni turistiche in Africa, affinché gli investimenti nel turismo possano diventare un volano di crescita per l’economia del paese. Per questo motivo la strategia adotta un approccio olistico che tocca tutti gli ambiti del settore: politiche, normative, infrastrutture turistiche, marketing e promozione ma anche governance e capacity building.
Un progetto ambizioso per la cui attuazione il Ministro ha lanciato un invito a tutti gli stakeholder del settore turistico, affinché partecipino attivamente alla sua implementazione.

Il Primo Segretario del dipartimento del turismo Zeinab Hussein afferma: “È importante sottolineare come questa nuova strategia vada oltre il COVID-19: ora stiamo guardando a un orizzonte temporale molto più lungo di quanto mai fatto in precedenza. Abbiamo bisogno di posizionarci in modo chiaro per trarre vantaggio dalle tendenze emergenti nel turismo, un business a lungo termine che richiede un pensiero strategico che guardi avanti negli anni e nel futuro. Dobbiamo essere sempre pronti e aggiornati, in modo tale che quando le cose cambieranno in altre parti del mondo, saremo in grado di sfruttare questi cambiamenti”. Con questa nuova strategia, il Ministero del Turismo punta sia ad un aumento degli arrivi nazionali e internazionali, sia ad un aumento della spesa media dei turisti attuali.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *