L’estate è la stagione dei festival per eccellenza. Da maggio a settembre, l’Europa si anima di eventi imperdibili: dal Primavera Sound a Barcellona e a Porto, fino al Sonar che scuote la capitale catalana a metà giugno, passando per Glastonbury del Regno Unito, il Tomorrowland belga e lo Sziget ungherese.
Prenotare un viaggio per partecipare ad un concerto o ad un festival vuol dire vivere esperienze uniche, incontrare nuove persone e divertirsi come non mai, di concerto in concerto!

Il turismo musicale è il fenomeno del momento

Ci sono alcuni luoghi nel mondo che vivono e respirano musica, è nel loro DNA. E nel 2024, sempre più persone viaggeranno per raggiungerli e fare esperienze uniche. In Italia, secondo l’ultimo report Travel Trends di Skyscanner, quest’anno spostarsi per assistere a concerti e festival è una vera e propria tendenza. Ben il 46% degli italiani (definiamoli superfan), infatti, prenderebbe un volo a corto raggio per vedere il proprio artista preferito dal vivo, mentre il 15% dichiara che volerebbe dall’altra parte del mondo per assistere allo show del momento. Questa percentuale sale al 64% per i giovani tra i 18 e i 24 anni.
In collaborazione con l’app di eventi DICE, Skyscanner ha rivelato le destinazioni globali più hot al centro del turismo musicale.

Le scene musicali più hot del 2024

  • Ibiza

Ibiza è il cuore della festa. Un tempo tempio della cultura hippie e famosa per l’ascesa del suono delle Baleari negli anni ’90, oggi si trovano qui super club, feste in spiaggia e drum circle sulla spiaggia di Benirràs. Per vivere l’atmosfera dei grandi locali notturni che spesso ospitano i migliori DJ, imperdibili il DC10, Club Chinois, Amnesia, Eden, Ibiza Rocks e O Beach.

  • Inghilterra del nord

Manchester e Leeds sono due delle principali mete musicali dell’Inghilterra. Al Warehouse Project di Manchester si ritrova l’energia dei grandi locali notturni e delle performance dal vivo, mentre i locali indipendenti più piccoli nel Northern Quarter trasmettono un’atmosfera più locale e semplice. I locali storici di Leeds come il Brudenell Social Club e lo Stylus lasciano spazio alle band e agli artisti emergenti, trasformando la magia in realtà.

  • San Francisco

San Francisco ha una vera e propria storia musicale, dal jazz degli anni ’50 e ’60, all’amore libero e alla psichedelia del movimento hippie intorno a Haight-Ashbury negli anni ’60. Oggi qui si trovano locali popolari e discoteche incredibili come Public Works, e locali più piccoli come The Saloon e Atlas Café.

  • Barcellona

Questa città spagnola è diventata rapidamente un punto di riferimento per la musica, con gli appassionati di festival che la “invadono” ogni anno in cerca di emozioni. Da non perdere il Primavera Sound alla fine di maggio, uno dei migliori festival in Europa, o il Sònar, per una fusione di musica elettronica, creatività e tecnologia.

  • Nashville

La musica è nelle radici di Nashville. La capitale del Tennessee è la patria della musica in America: country, bluegrass, rock, pop, americana, gospel, classica, jazz e blues costituiscono il tessuto stesso della città. Qui la musica è ovunque e molti locali offrono gratuitamente musica dal vivo per tutto il giorno.

  • Toronto

Toronto è la capitale canadese della musica. Con artisti del calibro di Drake, Shawn Mendes e The Weeknd tutti provenienti da qui, non si può discutere con la tradizione musicale della città. I luoghi migliori per un viaggio musicale a Toronto includono Massey Hall, il Reservoir Lounge, il Lee’s Palace e l’Horseshoe Tavern.

Le tre città europee più convenienti per i concerti

In collaborazione con DICE, Skyscanner ha anche analizzato le città con il maggior numero di concerti sotto i 20 euro nel 2024. Per chi è in cerca di musica senza spendere troppo, questi sono i place to be. Visitare una di queste location per concerti a prezzi accessibili in Europa consente di vivere tante esperienze e spendere meno!
A Leeds, ad esempio, l’88% dei concerti è disponibile a meno di 20 sterline. Ma anche Bordeaux, in Francia, vanta un 85% di concerti disponibili a meno di 20 euro. Ed infine Parigi, con il 78% dei concerti accessibile a meno di 20 euro.
Stefano Maglietta, Travel Expert di Skyscanner, commenta: “Sappiamo che le destinazioni di tendenza sono strettamente legate all’intrattenimento, alle arti e alle celebrità, e in questo scenario gli artisti e le date dei loro tour sono un fattore importante di traino verso una determinata località. Inoltre, il viaggiatore di oggi vuole lasciarsi ispirare dalla propria meta e vivere a pieno la cultura locale: la musica è un modo incredibile per vivere il ritmo di una città.”

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *