Volotea mette a segno un nuovo importante traguardo: la compagnia aerea low-cost delle piccole e medie città europee raggiunge la quota dei 60 milioni di passeggeri trasportati dal 2012, anno della sua fondazione. Un risultato che attesta non solo l’eccellente lavoro svolto finora nei cieli d’Europa, ma che testimonia anche una crescita sempre più inarrestabile sotto ogni punto di vista. Infatti, la compagnia ha chiuso il 2023 con un fatturato di 694 milioni di euro (+24,6% rispetto all’anno precedente) con un margine EBITDA migliore di 22 punti percentuali rispetto al 2022, raggiungendo 96 milioni di euro di EBITDA.

Guardando al 2024, Volotea prevede un anno record in termini di attività: previste oltre 450 rotte (di cui più della metà in esclusiva) e un’offerta di 12,5 milioni di posti (il 10% in più rispetto al 2023) e di circa 80.000 voli. Non solo: all’inizio di quest’anno, la compagnia aerea ha anche aggiunto tre nuovi Airbus A320 alla sua flotta, che ora conta 44 aeromobili (20 Airbus A319 e 24 A320), in grado di offrire una maggiore efficienza di carburante per passeggero-chilometro. Sulla base di questi importanti obiettivi, e secondo le previsioni, il fatturato di Volotea nel 2024 supererà gli 800 milioni di euro, diventando l’anno più redditizio nella storia della compagnia.
Una performance di alto livello riconosciuta anche dalle più autorevoli istituzioni del settore aereo. Infatti, Volotea è stata recentemente nominata “Migliore Compagnia Aerea Low Cost Europea 2024” per la terza volta ai World Travel Awards e ha ricevuto quattro stelle da Skytrax, la più prestigiosa organizzazione internazionale di valutazione del trasporto aereo.

Volotea in Italia, una storia di successi lunga più di 10 anni

Anche in Italia Volotea confermerà per il 2024 il lavoro fatto finora, dimostrando ancora una volta l’importanza strategica del mercato italiano per i propri piani di sviluppo. L’apertura della base di Firenze ad aprile 2023, i collegamenti in continuità territoriale da e per la Sardegna e l’annuncio dell’ottava base italiana a Bari rappresentano al meglio lo stretto legame con il Bel Paese, dove tutto è iniziato dodici anni fa con l’apertura in assoluto della prima base Volotea a Venezia. In Italia durante l’anno in corso il vettore rafforzerà la propria presenza attraverso l’apertura di più di 20 nuove rotte, aumenterà del 10% la capacità operativa rispetto al 2023, attraverso un’offerta di più di 4 milioni di posti in vendita, e raggiungerà nel periodo di alta stagione circa 450 posti di lavoro su tutto il territorio nazionale.
“I sessanta milioni di passeggeri sono una pietra miliare nella nostra storia che rafforza la nostra posizione come vero punto di riferimento per i collegamenti tra città europee di piccole e medie dimensioni – ha commentato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea – Traguardi significativi che dimostrano la nostra capacità di continuare a crescere. Abbiamo, infatti, registrato importanti risultati finanziari nel 2023 e margini storici per un’azienda che ha poco più di 10 anni. Il 2023 è stato un anno di svolta grazie a una strategia flessibile ed efficiente con la quale siamo riusciti a trarre vantaggio dalla riattivazione della domanda”.

Per celebrare il traguardo dei 60 milioni di passeggeri, Volotea ha organizzato un evento unico a Lione – una delle sue basi operative – con la partecipazione dello chef francese Grégory Cuilleron. In questa occasione, la compagnia aerea ha unito le forze con Cuilleron per rendere omaggio all’eccellenza gastronomica della città francese e sta pianificando una collaborazione a lungo termine con lo chef per offrire a bordo le specialità della cucina lionese ai suoi passeggeri francesi.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *