E’ un calendario 2023 fitto di appuntamenti quello del Bologna Congress Center, il polo congressuale di riferimento a livello internazionale del Gruppo BolognaFiere, che offre una location polivalente e servizi di altissimo livello, coniugando professionalità ed esperienza con la calda ospitalità tipica del nostro Paese. Sono 15 gli eventi internazionali che si terranno presso la location, con iniziative dedicate al mondo scientifico, medico, educativo, e non solo. Sono oltre 20 mila le presenze internazionali attese nel prossimo semestre, che si aggiungono alle presenze nazionali che utilizzano il centro congressi per attività di business.

L’offerta è arricchita dagli spettacoli e dagli eventi culturali e artistici del Teatro EuropAuditorium, a cui si è aggiunta da dicembre 2022, nell’attiguo spazio del Comunale Noveau, la programmazione del Teatro Comunale di Bologna (per gli anni 2023, 2024 e 2025), trasformando il Polo Congressuale in una realtà anche al servizio delle persone e della città.

“Una venue in cui i riflettori non si spengono mai: congressi, meeting, convention, musical, concerti, opera, un’offerta unica che per il 2023 vede superare già 100 appuntamenti tra eventi internazionali, nazionali e regionali. Un’attività, quella del Bologna Congress Center che contribuisce a portare innovazione, cultura e sviluppo economico alla città, con una partecipazione di 150 mila persone l’anno, collocando Bologna come terza meta congressuale italiana secondo il riconoscimento ottenuto da ICCA (International Congress and Convention Association)”, afferma Donato Loria, CEO di Bologna Congress Center.

Tra i principali congressi internazionali in calendario, la convention Berner: la Regione Sud Est del Berner Group, società di distribuzione omnicanale tra le più importanti d’Europa attiva nei settori Mobility, Industria e Artigianato, ha scelto Bologna Congress Center per la sua prima convention in presenza, dopo anni di distanziamento. L’evento di grande rilievo ha coinvolto il Palazzo dei Congressi, l’Ex Gam e il Padiglione 19, con un’affluenza di circa 1700 persone.

Il 6 e 7 giugno, si terrà la prima edizione di JEC Forum ITALY, la manifestazione organizzata da JEC Group in collaborazione con Assocompositi, che riunisce la comunità italiana dei materiali compositi e farà tappa in città italiane diverse con l’obiettivo di promuovere l’ecosistema locale dei compositi. Per il suo esordio, JEC Forum ha scelto Bologna Congress Center come location, per agevolare il dialogo tra le aziende, i centri di ricerca e sviluppo e i settori di applicazione dell’area mediterranea.

Dal 5 all’8 giugno, Bologna Congress Center ospiterà il programma scientifico della 31a European Biomass Conference, un evento che richiama esperti e scienziati da tutto il mondo e riveste molta importanza per l’attuale situazione energetica europea, comprese le sfide specifiche della bioenergia con argomenti di dibattito che andranno dalle risorse alla sostenibilità, ai prodotti biobased, alle conversioni di biomassa, alle politiche, ecc.

Dall’11 al 15 giugno, invece, sarà di scena EUROMIT 2023, il meeting internazionale sulle malattie mitocondriali. Il prestigioso evento di cinque giorni ospiterà esperti di fama mondiale, un’opportunità eccezionale per condividere informazioni sullo studio dei mitocondri che sono necessari per la produzione di energia all’interno del corpo umano, e di interesse per oltre mille partecipanti delle diverse professioni: clinici, scienziati clinici e neuroscienziati, scienziati di base con l’idea che l’integrazione sia l’unica via per progredire.

Non poteva che essere Bologna, la città in cui è sorta nel 1088 la prima Università, il luogo simbolico per EMDR Europe Research & Practice Conference. Dal 22 al 25 giugno, il Palazzo dei Congressi di Bologna ospiterà una comunità scientifica e professionale di oltre 1500 esperti provenienti da molti paesi d’Europa e del mondo per confrontarsi sul tema dell’educazione e sul suo ruolo significativo per il futuro dell’umanità, di fronte alla necessità di rispettare l’equilibrio della vita e della natura, di collegare l’educazione alla ricerca, di promuovere un dialogo continuo tra le culture e di creare un forum di discussione, cooperazione e scambio di conoscenze.

Dal 3 al 7 settembre 2023 si terrà la 16ª Conferenza Europea sulla Superconduttività Applicata; ancora una volta il Palazzo dei Congressi di Bologna sarà un punto di riferimento della cultura italiana e la cornice ideale per un incontro scientifico che mira a incoraggiare la piena discussione e la condivisione delle informazioni, oltre a fornire una piacevole esperienza di networking.

Dal 16 al 20 ottobre, Bologna Congress Center accoglierà meteorologi, climatologi, matematici applicati, informatici, fino agli scienziati che lavorano presso i principali centri operativi di previsione meteorologica e climatica in tutto il mondo per l’International Symposium on Data Assimilation, tra gli eventi più prestigiosi nel campo dell’assimilazione dei dati. Il programma dell’ISDA rifletterà la natura interdisciplinare delle numerose sfide in un momento straordinario per questa disciplina e offrirà l’opportunità agli scienziati e alle parti interessate delle agenzie nazionali e del settore privato di incontrarsi e discutere nella meravigliosa atmosfera del Centro congressi.

Dal 28 novembre al 1° dicembre ci sarà EPIDEMICS9, International Conference on Infectious Disease Dynamics, per condividere tre giorni di intenso dialogo sulle ultime idee, dati, intuizioni, modelli e metodi nelle dinamiche delle malattie infettive. Questa conferenza attira regolarmente oltre 500 scienziati, con rappresentanti di molti dei principali gruppi di ricerca in questo settore in tutto il mondo. Chiaramente, la ricerca su SARS-CoV-2 continuerà a svolgere un ruolo importante durante l’incontro.

“Bologna Congress Center ha ufficialmente dato il via a un’annata congressuale intensa e ricca di eventi imponendosi come un polo di riferimento per il dialogo e lo scambio culturale, scientifico e di business.” – sottolinea Gianpiero Calzolari, Presidente di Bologna Fiere – “In questo modo viene favorito non solo l’incoming, e quindi l’occupazione alberghiera, l’utilizzo di esercizi commerciali e della ristorazione; ma promoviamo anche un modo di “fare rete” sul territorio creando engagement a livello congressuale e attrattivo locale”.

E a proposito di attrattività, Bologna Congress Center è già stata prenotata come location per ospitare la 22ª Conferenza Internazionale sul Magnetismo (ICM2024), dal 30 giugno al 5 luglio 2024, con un’attesa di almeno 2 mila partecipazioni dall’estero.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *