Sono 36 i giovani talenti dell’edizione 2022 del Master THEM in Tourism, Hospitality & Event Management al lavoro per realizzare 4 studi di mercato e piani di marketing per un nuovo approccio al destination marketing della destinazione Spagna. Dopo il successo dell’edizione pilota 2021, l’Ufficio Spagnolo del Turismo in Italia (TURESPAÑA) prosegue nella sua scommessa sulla formazione e affida nuovamente ai giovani masterini del Master THEM della BeAcademy, unico patrocinato da MPI Italia dal 2016, l’innovazione di strategie e progetti per il piano d’azione 2023.
MICE e Turismo del Lusso; Sostenibilità e Sviluppo delle Aree Rurali; Turismo Accessibile; Nuove nicchie Turistiche Outgoing, dalla Generazione Z al Turismo Pet-Friendly: queste le quattro direttrici lungo le quali si snodano le lungimiranti progettualità che i 36 giovani masterini della BeAcademy, divisi in quattro team di lavoro, stanno sviluppando con approccio analitico. Un lavoro articolato, possibile grazie al coordinamento scientifico di quattro rappresentanti del mondo accademico dell’Ateneo universitario di Messina, partner di questa seconda edizione dell’iniziativa.

“Siamo molto emozionati di poter lavorare insieme a Master THEM anche in questa edizione, e non vediamo l’ora di scoprire i 4 progetti realizzati dai 36 studenti. Quest’anno abbiamo accordato la realizzazione di progetti negli ambiti del MICE e il turismo di lusso, la sostenibilità incentrata nello sviluppo delle aree rurali, il turismo accessibile e la ricerca di nuove nicchie turistiche outgoing. Questi progetti consentiranno lo sviluppo di nuove strategie di promozione dell’ente spagnolo del turismo nel mercato italiano per dare risposte adeguate ad una domanda turistica sempre piú complessa e segmentata, e sono direttamente correlati al nostro obiettivo principale, che non è altro che promuovere un turismo di qualità, accessibile, sostenibile e responsabile. – ha affermato Gonzalo Ceballos, Direttore dell’Ufficio del Turismo Spagnolo di Roma – “Inoltre questo evento rappresenta il nostro desiderio di continuare il lavoro per consolidare sempre di più la posizione di leadership della Spagna nel segmento MICE. Eventi di questo tipo consentono di stimolare il teamworking e la partecipazione dei vari stakeholders dell’industria e la formazione nel segmento MICE in Italia e in Spagna”.

Il Rettore dell’Università di Messina, prof. Salvatore Cuzzocrea, ha voluto ribadire l’impegno dell’Ateneo peloritano su questo tema: “La nostra sensibilità ed il nostro impegno è noto perché crediamo nell’importanza dell’apporto che la nostra università con le sue eccellenze e con il suo lavoro ha sempre dato e può continuare a dare non soltanto al territorio ma anche alla ricerca a livello internazionale. Siamo felici di essere parte del progetto al fianco della BeAcademy, e so di interpretare totalmente il pensiero della comunità accademica che ho l’onore di rappresentare”.
Se nel 2021 il Destination Talent Award è stato conferito al progetto sul Turismo e gli Eventi Sostenibili, ci si chiede a quale tra le quattro nuove progettualità sviluppate andrà il premio della award competition nell’ambito del Destination Gala, evento autunnale che premierà il progetto più strutturato, innovativo e lungimirante, valutato da una commissione di esperti della meeting & tourism industry ed esponenti della stampa di settore, in collaborazione con MPI Italia.

“La domanda turistica contemporanea tende ad una sempre più articolata e di complessa segmentazione. I territori chiamati ad organizzare l’offerta devono necessariamente adattare le loro strategie competitive verso i bisogni di un turista-consumatore sempre più attento a temi della sostenibilità ambientale e dell’equità sociale. Ciò è particolarmente evidente per tutte quelle forme di turismo rurale in cui l’esperienzialità rappresenta il core business della destinazione.” – dichiara Carmelo Porto, Professore Ordinario di Geografia Economico Politica al Dipartimento di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali dell’Università degli Studi di Messina, coordinatore del team di lavoro dedicato al turismo sostenibile nelle aree rurali, e conclude – “In questo quadro teorico si inserisce il progetto portato avanti dal nostro gruppo con l’obiettivo di ri-definire le potenzialità, ancora inespresse, di una nicchia di mercato, quella del turismo rurale sostenibile, su cui la Spagna investe ormai da tempo.”

“Il mio coinvolgimento nel progetto Destination Gala per l’Ente Governativo del Turismo Spagnolo è dettato dal desiderio di dare un contributo a una tra le principali destinazioni turistiche europee e non solo: la Spagna. Grazie al coordinamento del mio team di studenti del Master THEM di BeAcademy, cercherò di coinvolgere e stimolare l’interesse degli studenti nei confronti di un tema particolarmente sensibile quale il turismo accessibile.” – afferma Veronica Marozzo, Ricercatrice di Economia e Gestione delle Imprese al Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Messina, coordinatrice del team di lavoro sul turismo accessibile – “Sebbene, ad oggi, la trasformazione digitale e le innovazioni hanno migliorato il concetto di accessibilità delle destinazioni turistiche (si parla, infatti di smart tourism destination) c’è ancora molta strada da fare per abbattere non solo le cosiddette barriere architettoniche, ma anche quelle informative e culturali in modo da offrire a tutti la possibilità di vivere un’esperienza turistica accessibile sotto tutti i punti di vista”.
“Soprattutto grazie alla diffusione delle nuove tecnologie digitali, è possibile per le destinazioni turistiche dinamiche come la Spagna coniugare tradizione e innovazione. Queste tecnologie permettono di raggiungere le diverse categorie di turisti a seconda della loro età – come ad esempio le nuove generazioni abituate a vivere un contesto globale – o dei propri interessi – gli appassionati di serie TV o cinema, gli amanti dei viaggi in moto o chi non vuole separarsi dal proprio amico a 4 zampe – in modo da impostare delle strategie innovative che affianchino, alla seppur variegata ma classica offerta turistica, la possibilità di vivere esperienze uniche e dedicate”, commenta Antonio Crupi, Ricercatore di Management dell’Innovazione al Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Messina, coordinatore del team di lavoro sulle nuove nicchie turistiche outgoing.
Aggiunge Enrico Nicosia, Professore Ordinario al Dipartimento di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali dell’Università degli Studi di Messina, coordinatore del team di lavoro su MICE e Turismo del Lusso: “Il luxury travel rappresenta un segmento della domanda turistica molto gettonato tra i millenials, ossia i moderni consumatori. Per incrementare lo sviluppo di questo mercato, è necessario tracciare strategie innovative in grado di generare nuovi impatti sociali. In questo contesto le città globali, tra cui quelle spagnole, dovranno essere in grado di cogliere le trasformazioni in atto per poter rivedere le proprie strategie alla luce di nuovi scenari di mercato”.
“Siamo orgogliosi dell’opportunità di continuare ad apportare il nostro contributo alla definizione delle strategie promo-commerciali 2023 della Spagna verso il mercato italiano” – commenta Alessia Di Raimondo, Direttrice dell’Academy e ideatrice del Destination Gala, e conclude – “Dopo l’esperienza di successo del 2021, eletta tra le best practice internazionali degli Uffici Turespana nel mondo, stiamo lavorando per far crescere ulteriormente il progetto Destination Gala e ambiamo a farlo diventare un caso di studio a livello internazionale nella formazione dei giovani in materia turistica e nella contaminazione tra mondo delle imprese e giovani talenti. Questo non sarebbe possibile senza i contributi dell’Ateneo di Messina, dei nostri 36 masterini, futuri talenti dell’industria, e di MPI Italia Chapter, partner fondamentale dell’iniziativa sin dalla prima edizione”.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *