Horwath HTL , in occasione del IHIF di Berlino, ha presentato la decima edizione del Report Hotels & Chains . Il rapporto fotografa in profondità il mercato italiano dell’ospitalità, con focus sullo sviluppo dei gruppi alberghieri in Italia. Il rapporto, realizzato in collaborazione con Confindustria Alberghi e Università Bocconi, pone l’accento sui principali indicatori del mercato, tra cui l’offerta alberghiera complessiva, gli hotel e le camere di catena/brand, le catene internazionali e nazionali, la dimensione media degli hotel, le stelle e il numero di brand di catene locali e indipendenti. Nello studio si analizzano anche dinamiche turistiche dell’Italia e delle principali città d’arte, in termini di arrivi, pernottamenti e nuovi sviluppi alberghieri.

Zoran Bacic, Managing Director di Horwath HTL, autore del report spiega “L’Italia ha registrato una ripresa migliore previsioni, ed alcuni indicatori sono già superiori a quelli del 2019. Nonostante la crescita continua di prodotti brandizzati (3,3% anno su anno) dimostri un interesse degli investitori ad offrire contenuti alberghieri moderni, molto c’è ancora da fare per posizionare il sistema hospitality italiano sullo stesso livello dei nostri principali competitor”.

“L’analisi evidenzia il dinamismo del settore dopo lo stop forzoso determinato dal COVID. Un segnale importante tanto più nella prospettiva di medio lungo periodo. Se questi segnali saranno confermati, il contributo del settore alberghiero alla economia di questo paese potrà crescere ancora” ha sottolineato Maria Carmela Colaiacovo, Presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.

Principali evidenze del report:

  • Gli alberghi di catena crescono del 3.3% anno su anno, da 1,831 a 1,892
  • Gli alberghi di catena rappresentano il 5.5% del mercato
  • Le camere di hotel di catena rompono per la prima volta il numero delle 200mila unità (202,696)
  • Le camere di alberghi di catena rappresentano il 17.7% di tutte le camere di albergo in Italia
  • Il lease è il modello di business più utilizzato (42,4%)
  • Il 71.7% degli hotel di catena sono nei segmenti Upscale & Upper Upscale
  • Roma e Milano sono le destinazioni con un numero di hotel in apertura entro il 2025 più alto, rispettivamente 26 e 17
  • 72% dei nuovi alberghi di catena in apertura, sono gestiti da Gruppi internazionali

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *