Si è spento a 81 anni Bruno Colombo, imprenditore milanese, fondatore e presidente de I Viaggi del Ventaglio, storico tour operator italiano oggi non più in attività. A darne l’annuncio il figlio Stefano Colombo, vicepresidente della società fino al 2010 e oggi exhibition manager della Bit di Milano.
“Buon viaggio Comandante – scrive Stefano Colombo, pubblicando la foto che abbiamo ripreso nella cover dell’articolo – Ti voglio ricordare così, felice, in uno dei bei momenti vissuti insieme a celebrare uno dei numerosi successi. Grazie per tutto l’amore ed il sapere che ci hai donato”.

Diplomato in agraria, Bruno Virgilio Colombo, si trova a lavorare nel turismo un po’ per caso, racconta nel suo libro “Un sogno all inclusive” uscito nel 2003 per Hoepli. Dopo uno stage di 6 mesi in Belgio in un’azienda di orchidee era rientrato a Milano nel 1958 dove, dopo lunga insistenza, aveva ottenuto il suo primo lavoro da banconista. Dopo una lunga gavetta e aver scalato tutti i gradini del turismo organizzato fonda nel 1976 i Viaggi del Ventaglio, società che negli anni d’oro arriva a gestire fino a 70 villaggi vacanze in tutto il mondo. In quegli anni Bruno Colombo e il suo team creano il modello dell’all inclusive e dell’animazione nel villaggio vacanza, che ha ispirato il turismo mare organizzato nei due decenni successivi, portando la società a diventare una holding di 16 brand quotata in Borsa.
Come è noto a chi lavora nel settore I Viaggi del Ventaglio negli anni successivi ha subito una debacle finanziaria che ha portato prima al concordato e poi al fallimento della società. Ciò che è rimasto è il ricordo di una stagione irripetibile del turismo e del grande senso di appartenenza rimasto in chi ha fatto parte di quell’avventura, conscio di aver fatto la storia del turismo in Italia, come dimostra il cordoglio diffuso sui social media subito dopo che si è diffusa la notizia.

Condividi: