Cinquecento persone distanziate tra loro, per gran parte addetti ai lavori, hanno assistito alla cerimonia di apertura della 46a edizione dei mondiali di sci alpino di Cortina 2021: 75 minuti di spettacolo, realizzati da Fondazione Cortina 2021 in collaborazione con Triumph Group International, in un’atmosfera irreale che è anche il ritorno di un grande evento dal vivo in Italia dopo un anno di pandemia. Grande musica dal vivo, sfilata delle bandiere, momenti isttituzionali e video che hanno ripercorso la storia dello sci sono stati abilmente combinati con performance live che hanno visto ballerini acrobati e i carri del carnevale di Venezia trasferiti in alta quota visto l’annullamento della manifestazione in Laguna. Il video completo della cerimonia è visibile su Raiplay a questo link:
https://www.raiplay.it/video/2021/02/Sci-Alpino-Campionati-Mondiali-2021-Cerimonia-di-Apertura-eb256fc4-4cec-4f7a-9de5-2328a12b59af.html

I mondiali di sci si terranno dal 7 al 21 febbraio 2021. In questi giorni sarà protagonisa anche l’albergo più antico di Cortina: l’Hotel de la Poste ospita infatti il “Fuori” Mondiali di Sci alpino con Casa Veneto. I mondiali potrebbero esserre inoltre accompagnati da un’altra buona notiza: la ripresa degli impianti sciistici dal 15 febbraio, quando dovrebbe scadere il divieto di spostamento tra Regioni introdotto dall’ultimo DPCM. A partire da quella data, quindi, lo sci può ripartire secondo le condizioni dettate dal CTS.

Per ora il CTS ha approvato il protocollo di sicurezza, elaborato e rivisto lo scorso mese dalle Regioni (escludendo però la proposta di riapertura delle piste in zona arancione) con una capienza ridotta al 50% su funivie, cabinovie, e seggiovie con la cupola abbassata. Le seggiovie senza la cupola abbassata, invece, possono funzionare al 100%. Sempre obbligatorio l’utilizzo di mascherine.
Se lo sci potrà effettivamente ripartire dal 15 febbraio, a Cortina gli impianti e le piste che sono impegnate per i Mondiali di sci alpino resteranno ovviamente chiusi al pubblico fino alla fine delle competizioni.

“Cortina è pronta – dichiara Marco Zardini, Presidente Consorzio Esercenti Impianti a Fune di Cortina d’Ampezzo, San Vito, Auronzo – Misurina – e non appena la situazione lo consentirà siamo pronti a partire. Nonostante il momento di grande incertezza, la mancanza di regole e indicazioni chiare, gli impiantisti di Cortina per tutto l’inverno hanno continuato a lavorare con grande senso di responsabilità”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *