ADV Overview: Astoi mappa le agenzie viaggi in regola

E’ stimato attorno al 40% il numero di agenzie viaggi non in regola con gli adempimenti obbligatori per legge. Il numero è emerso a Bit Fiera Milano, durante la conferenza stampa di ASTOI Confindustria Viaggi dal titolo: “ADV OVERVIEW: Regolarità e affidabilità del comparto” per comunicare l’avvio di un importante progetto, volto a raccogliere, a livello nazionale, dati e informazioni relativi alle agenzie di viaggi, utile a colmare anche l’assenza di dati pubblici al riguardo: in pratica verrà mappato, comunicato e promosso il restante 60% di agenzie in piena regola.

ASTOI, che rappresenta oltre il 90% del mercato del tour operating italiano, ha sviluppato una piattaforma informatica che consentirà alle agenzie di dialogare con un unico interlocutore, anziché con tutti i singoli Tour Operator associati, semplificando la raccolta e la gestione delle informazioni. Il monitoraggio consentirà di disporre di una mappatura sulla filiera e servirà ad innescare un meccanismo virtuoso, accelerando la regolarizzazione di chi non è ancora in linea, al fine di comunicare al consumatore, con più forza e determinazione, che può serenamente affidarsi ad agenzie di viaggi e tour operator per l’acquisto della propria vacanza.

I VALORI DELLA FILIERA, LA DIFESA DEI CONSUMATORI E DEL SISTEMA

Nardo Filippetti, Presidente ASTOI, ha introdotto la conferenza, collegando il progetto in modo inscindibile ai concetti alla base della campagna di comunicazione avviata nel 2018. “Per sostenere in modo ancora più convinto che l’acquisto di un viaggio attraverso la filiera può essere fatto in assoluta tranquillità è però necessario che tutti i player che fanno parte di questa filiera offrano garanzie reali ed effettive. È evidente che se un anello di questa catena è debole e non tutela realmente il consumatore, tutto l’impianto ne risulta compromesso”. È perciò necessario disporre di dati completi e organici sul possesso da parte delle agenzie di viaggi di quei requisiti che la legge richiede per il regolare svolgimento dell’attività (licenza, RC, copertura fallimento e insolvenza). Con tale premessa ASTOI ha deciso di avviare questo progetto.

PERCHÉ È IMPORTANTE LA REGOLARITÁ DELLA FILIERA

Andrea Mele, Vice Presidente Vicario ASTOI ha aggiunto: “La quasi totalità dei Tour Operator ASTOI (l’eccezione è rappresentata dai TO che programmano viaggi studio) vende il proprio prodotto attraverso le agenzie di viaggi presenti su tutto il territorio nazionale. I Tour Operator ASTOI sono totalmente compliant e, a questo proposito; l’Associazione nel 2016 ha creato infatti un proprio Fondo di Garanzia per consentire agli associati di offrire ai propri clienti una copertura in caso di insolvenza e fallimento, come richiesto dalla legge. A tre anni dall’entrata in vigore dell’obbligo, nessuno dispone del dato ufficiale delle Agenzie in regola e non esiste una mappatura, né pubblica né privata, di tali informazioni. L’insolvenza o il fallimento di un’agenzia di viaggi non dotata di questa copertura non solo provoca un danno al consumatore ma a tutta l’industry. Attraverso l’avvio di questo monitoraggio intendiamo innescare un meccanismo virtuoso che accelererà la regolarizzazione di chi non è ancora in linea con gli adempimenti di legge. Con questo strumento, nel tempo vorremmo arrivare ad affermare che l’intero comparto del turismo organizzato è in regola”, così da poter comunicare al consumatore, ancora con più forza e determinazione, che può serenamente affidarsi ad agenzie di viaggi e tour operator per l’acquisto della propria vacanza”.

COSA È E COME FUNZIONA LA PIATTAFORMA

Frederic Naar, Vice Presidente ASTOI ha spiegato le funzionalità della piattaforma e cosa farà l’Associazione per dare forza al progetto. “Si tratta di una piattaforma informatica che, in modo semplice e intuitivo, consentirà alle agenzie di dialogare con un unico interlocutore, anziché con tutti i singoli Tour Operator associati”, semplificando la raccolta e la gestione delle informazioni. La piattaforma “ADV Overview” contiene un database anagrafico e consente, in sintesi, alle singole agenzie di:

1) Verificare la correttezza dei dati riportati nell’anagrafica, eventualmente aggiungendo o modificando le informazioni contenute;

2) Comunicare i dati sul possesso dei requisiti richiesti dalla legge per il regolare svolgimento dell’attività: polizza responsabilità civile, licenza, copertura per insolvenza e fallimento;

3) Aggiornare periodicamente tutte le informazioni presenti sulla piattaforma.

Registrandosi, le agenzie riceveranno una password per gestire la propria scheda e saranno in grado di visualizzare le informazioni e caricare la documentazione. Tutti i soci ASTOI potranno consultare questa anagrafica e reperire tutte quelle informazioni che, diversamente, ciascuno di loro dovrebbe chiedere alla propria rete agenziale”.

NON ESSERE IN REGOLA È UNA SCELTA

Pier Ezhaya, Consigliere ASTOI, ha dichiarato: “Oggi è più che mai necessario essere certi che la distribuzione del prodotto avvenga attraverso una filiera interamente in regola. Lavorare con agenzie non in regola sarà un rischio che presto nessuno vorrà più affrontare”. Nella consapevolezza di quanto l’obiettivo sia ambizioso, si punta a riuscire a sensibilizzare tutte le agenzie che fino ad oggi non hanno provveduto a regolarizzare la propria posizione. La convinzione è che i tempi siano maturi, che il mercato sia pronto a recepire l’importanza di certi temi. Tutti conoscono le conseguenze dell’assenza delle garanzie richieste dalla legge, oggi nessuno può dire di non essere stato informato. È evidente che non essere in regola è quindi una scelta. Oltre alla necessaria tutela del consumatore, c’è quindi anche un tema di dumping e di concorrenza sleale delle aziende meno serie nei confronti di quelle che, sin da subito, si sono messe in regola, affrontando ulteriori costi.

LA MANCANZA DI DATI DAL CANALE INFORMATIVO PUBBLICO

Marco Peci, Responsabile Comunicazione ASTOI, ha concluso: “ASTOI ha avviato questo progetto anche e soprattutto perché non esistono dati pubblici. È risaputo che il portale INFOTRAV – informazione in tempo reale sulle agenzie di viaggio – che avrebbe dovuto rappresentare il canale informativo pubblico attraverso il quale enti, operatori e consumatori avrebbero potuto ottenere informazioni anche sull’effettivo possesso dei requisiti richiesti dalla legge, non è aggiornato e contiene informazioni a volte errate e, comunque, datate. Il nostro monitoraggio cerca di colmare questo vuoto. ASTOI è aperta a qualsiasi forma di collaborazione con le Istituzioni, proprio per dare forza al progetto, ottimizzando e condividendo le informazioni. Sappiamo inoltre che altre realtà, come alcuni Network, hanno già avviato progetti simili e, anche a tale proposito, diamo la nostra disponibilità ad un confronto/scambio dei dati che rileveremo.”

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *