Airbnb ha svelato le linee guida del suo protocollo di pulizia, annunciato quasi due mesi fa e sviluppato in base alle linee guida dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) negli USA e in collaborazione con realtà di primo piano nel settore della pulizia e della sanità come Ecolab e il Dr. Vivek Murthy, ex responsabile della salute pubblica statunitense.

Aderire al protocollo consente agli alloggi segnalati su Airbnb di essere segnalati come conformi alle regole: tra queste c’è anche l’obbligo di far passare 24 ore tra un soggiorno e l’altro. Aderire al protocollo non è obbligatorio: chi non lo fa semplicemente non avrà la visibilità aggiuntiva che ne deriva. Per chi vuole essere certificato da Airbnb ma non è in grado di seguire tutto il protocollo esiste inoltre una seconda modalità di aderire in cui l’host garantisce di lascia passare 72 ore tra un soggiorno e l’altro.

Airbnb precisa che il manuale non fornisce alcuna garanzia relativa alla sua completezza
o efficacia e se si decide di seguire il protocollo, si riconosce la possibile necessità di intraprendere azioni aggiuntive per proteggere se stessi, collaboratori e ospiti, e di seguire in ogni caso anche le linee guida locali.
Inoltre Airbnb avverte che se un ospite ha accesso a uno spazio non trattato nel manuale, ad esempio deve attraversare un’area dell’edificio che non si è in grado di pulire, è preferibile comunicarglielo in modo che possa prendere le dovute precauzioni.

Il manuale, in pdf, consta di 38 pagine e inizia chiarendo le differenze tra pulire e igienizzare per poi fornire una lista dell’attrezzatura necessaria per eseguire il lavoro e una checklist delle attività da fare per ogni ambiente dell’alloggio. Potete scaricarlo al seguente link

Airbnb ha anche creato articoli e video, disponibili a questo link, per spiegare il protocollo ai suoi host. La risorsa può inoltre servire da esempio a chiunque ha una struttura ricettiva.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *