Quattro miliardi di dollari in 10 anni. Questo l’investimento previsto da B&B hotels che si espande in nord America, con Valerio Duchini che diventa il nuovo AD e Presidente del Consiglio di Amministrazione di B&B HOTELS USA, rimanendo anche nel Consiglio di Amministrazione di B&B HOTELS Italia.
Dopo il consolidamento del mercato europeo, dove è presente con 690 strutture in 14 Paesi, e forte dell’appartenenza dal 2019 al fondo d’investimento Goldman Sachs, B&B Hotels è ora pronta a conquistare nuovi mercati, e naturalmente la scelta è caduta sugli USA. Dal nuovo ufficio di Miami, Duchini guiderà l’espansione in un mercato dove è stata individuata un’esigenza di un prodotto come quello di B&B Hotels il cui business plan, che sarà esportato negli USA, è quello di value for money. Da un anno studiano il mercato americano e hanno individuato a maggio il momento di entrare. La creazione della società USA è dello scorso settembre.

Perché il mercato americano? «Perché c’è un buco nel segmento degli alberghi midscale e upper midscale, dove invece cresce la domanda. L’85% del mercato, – ha affermato Duchini – è fatto da grandi catene che lavorano in franchising e contract management, quindi il livello di qualità è più basso che in Europa. La gestione diretta, che è parte del nostro modello di business che si basa su una strategia di sviluppo flessibile, garantisce un livello di qualità superiore. Siamo pronti a investire dove ci sono potenzialità di business, sia che si parli di città principali o secondarie, di centro o di periferia, di aeroporti o dell’incrocio fra importanti vie di comunicazione, e in ogni genere di edificio. Agiremo con affitti ventennali rinnovabili a 5 + 5 anni, con il rebranding di hotel già esistenti o con progetti di costruzione su terreni vergini. Puntiamo a replicare anche il nostro modello di distribuzione, che in Europa è al 70% diretto. Siamo andati a cercare gli stati migliori per lo sviluppo del nostro business e abbiamo individuato la Florida e il Texas, dove il Pil è in costante crescita. L’obiettivo è di avere 400 hotel in dieci anni.Nel futuro abbiamo prospettive di sviluppo anche in Canada».

A Valerio Duchini succede Liliana Comitini che è stata nominata presidente e AD di B&B Italia, Slovenia e Ungheria. Comitini, che vanta 25 anni di esperienza nel condurre i brand nell’espansione del network e nello sviluppo di talenti attraverso l’implementazione di strategie customer centric, proseguirà con la strategia di espansione del mercato italiano – che oggi conta 60 strutture – e l’arricchimento del concetto value for money.

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *