BIT 2021

Step into a new journey: è il tema scelto da BIT 2021, a fieramilanocity dal 7 al 9 febbraio, per lanciare un segnale di rilancio a un settore impegnato a ripensarsi, progettando nuove relazioni e sviluppando nuovi concept.

Del resto, dopo il “grande freddo” del lockdown si notano le prime tendenze incoraggianti. La UNWTO prevede una graduale ripresa dal 2021, segnalando il potenziale del turismo interno che, nei Paesi avanzati, vale fino al 75% della spesa. In Italia, l’ENIT rileva che il 97% di chi è andato in vacanza è rimasto qui: l’hotel (25%) resta la modalità del soggiorno preferita. Secondo un sondaggio condotto tra gli operatori da Explora, DMO della Lombardia – la regione più colpita, quindi più rappresentativa delle difficoltà incontrate dal settore – soltanto il 19% ritiene compromessa anche la stagione autunnale (contro il 56% dell’estate) e appena il 17% quella invernale. Il 58% prevede di tornare a investire in promozione non solo in Italia, ma anche in Paesi come Germania, Francia o Svizzera. I target più interessanti sono considerati le famiglie, i Millennial e la Gen X, mentre fra i tipi di vacanza spiccano il rilancio di cultura e città d’arte, enogastronomia e bike tourism, ma anche borghi, slow tourism e vacanze nella natura.

È ora di guardare al 2021. E BIT, quale primo grande appuntamento dell’anno, si prepara ad essere la manifestazione della ripartenza. Una piattaforma di dialogo continuo dove le aziende si incontreranno tra loro e con gli altri attori della filiera, compreso il viaggiatore, per riprogettare l’offerta e la sua distribuzione sul mercato al fine di rispondere in modo efficace alle nuove esigenze e abitudini di consumo: grazie alla nuova piattaforma Fiera Milano Platform, alle innovazioni digitali nel layout, e le novità nelle aree espositive. Ma soprattutto presentando con grande anticipo un palinsesto senza confronti di eventi dedicati ai professionisti.

I CONVEGNI: UN’ARENA DEDICATA AI PROFESSIONISTI

BIT FORUM, il programma di eventi di BIT 2021, inaugura una nuova formula – la fiera phygital – che permetterà a domanda e offerta nazionale e internazionale di dialogare tutto l’anno. All’insegna del motto Create – Innovate – Communicate, il palinsesto si articolerà in 4 aree tematiche. BIT OUTOFTHEBOX sarà il programma dedicato alle vision, i grandi temi di attualità e i cambiamenti in atto, mentre BIT TALKS ospiterà tavole rotonde, talk-show e presentazioni di dati e rapporti.

BIT LAB sarà la “cassetta degli attrezzi” che fornirà agli operatori strumenti pratici per affrontare le sfide attuali e BIT TRAVEL INSPIRATION presenterà le destinazioni in una chiave esperienziale, che risponde alle nuove richieste dei viaggiatori. Come sempre, i temi saranno supportati da best practice italiane e internazionali.

Le nuove strategie richieste dalla fase post-pandemia saranno al centro del dibattito. Si parlerà di come valorizzare la trasformazione digitale secondo paradigmi ancora più innovativi, ad esempio come strumento di aggregazioneper le destinazioni e in particolare per il turismo di prossimità; ma anche dei nuovi modelli di business che sta adottando il Trade, focalizzandosi sulla rimodulazione del prodotto e le nuove modalità di consumo dei viaggi. Speciali affondi saranno dedicati a comparti particolarmente impattati dall’emergenza, come le crociere e i trasporti, e su come delineare un rilancio fondato su una nuova offerta di servizi.

Grande attenzione sarà dedicata anche al prodotto Italia. Il rilancio dopo l’emergenza può diventare un’opportunità per costruire una strategia più condivisa tra le destinazioni italiane, identificando i punti di forza comuni e riconoscibili a livello internazionale, capitalizzando sulla presenza in Bit Milano di tutte le filiere per pensare insieme, in modo trasversale, a temi urgenti come il focus sull’eccellenza, l’attenzione al servizio e al cliente e la managerialità.

Non mancherà come sempre un ricco palinsesto dedicato al turismo enogastronomico e alle eccellenze dei territori, tendenza che continuerà a crescere nei prossimi anni. In primo piano la sostenibilità e il green, declinati secondo le esigenze specifiche del comparto, oltre ad affondi sull’enoturismo e una focalizzazione sul rapporto tra viaggio enogastronomico e identità del territorio, ricollegandosi ai temi di arte, storia e cultura, alla riscoperta dei borghi e dei percorsi alternativi, con un focus sui siti UNESCO e le reti di collaborazione.

UN MIX DI AREE CHE COPRE TUTTE LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS

Per rispondere ai cambiamenti dei mercati, a BIT 2021 si evolvono anche le aree tematiche. In particolare, BIT Experience sarà dedicata alle nuove proposte di vacanza legate alla natura, allo slow tourism, al turismo enogastronomico, mentre I love wedding è lo spazio dedicato alle migliori soluzioni per una cerimonia e un viaggio di nozze unici. Si rafforza MICE Village, che fa incontrare domanda e offerta del business travel ed eventi, con ancora maggiore enfasi sulle opportunità di rilancio.

In un momento di crescita esponenziale delle tecnologie, le aree Btech e Start Up presenteranno le soluzioni più innovative e le proposte delle aziende più giovani e dinamiche. Bit 4 Job, infine, sarà un hub dedicato alla ricerca di talenti da parte delle aziende e alle opportunità per i professionisti, attuali o futuri, del settore.

Il concetto unico di BIT, che presenta in un mix bilanciato proposte e B2B e B2C si concretizzerà in particolare domenica 9 febbraio, giornata aperta anche al pubblico non specializzato.

AL FIANCO DEGLI OPERATORI NELL’ERA POST-COVID: BIT DIVENTA PHYGITAL

BIT Milano e tutte le manifestazioni del portafoglio di Fiera Milano sono sempre più non solo eventi, ma soprattuttopartner degli attori delle filiere per lo sviluppo del business a 360 gradi, tutto l’anno.

Il nuovo passaggio in questo percorso è Fiera Milano Platform, un’innovativa piattaforma digitale che prevede, a partire da settembre e con rilasci progressivi, un ecosistema di servizi con molteplici declinazioni: rafforzamento dei contenuti dei siti e social; sinergia tra incontri fisici e digitali (webinar innanzitutto); cataloghi ridisegnati per la presentazione dei prodotti degli espositori, una mappa digitale della manifestazione in grado di consentire la fruizione da remoto di diversi servizi (tra i quali wayfind, acquisto biglietti, visualizzazione flussi in tempo reale) con l’obiettivo di rendere l’esperienza ‘phygital’.

Fiera Milano garantisce inoltre un concreto supporto agli espositori degli appuntamenti che organizza, offrendo alle aziende la possibilità di ricevere finanziamenti per la partecipazione alla manifestazione, grazie ad un importante accordo che il Gruppo ha sottoscritto con cinque primari gruppi bancari.

BIT prosegue così il suo cammino verso la prossima edizione proponendosi ancora di più, in questa fase delicata, come irrinunciabile piattaforma di confronto per il settore. La manifestazione sarà un veicolo per raccontare e promuovere il turismo nel dopo-Covid rispetto a valori caratterizzanti per i professionisti dei viaggi e delle vacanze quali responsabilità, chiarezza, trasparenza, sensibilità alle varie esigenze.

Con le sue date a febbraio, BIT si posiziona nel momento migliore per anticipare quali saranno le prospettive più probabili per il 2021 e delineare le strategie di risposta più efficaci, contando su una combinazione unica tra aree espositive mirate sulla domanda di viaggi più attuale e un palinsesto di eventi unico in Italia nel settore. BIT si rafforza così sempre più come l’evento in Italia di riferimento per i mercati internazionali, l’unica fiera che in modo innovativo permette di sviluppare relazioni e business, condividere nuovi saperi, ispirare il cambiamento attraverso una doppia focalizzazione B2B e B2C.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *