Con l’estate alle porte, i viaggiatori non si lasciano scoraggiare dalle preoccupazioni per i ritardi dei voli, l’aumento delle tariffe aeree e la congestione degli aeroporti. I risultati preliminari del 2023 Passenger IT Insights di SITA, fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo, hanno rivelato che il 32% dei passeggeri prova ansia per la cancellazione del volo al momento della prenotazione. Quasi 2 intervistati su 10 hanno espresso preoccupazioni per la congestione dell’aeroporto e le elevate tariffe aeree. Questi timori sono frutto delle esperienze passate dei passeggeri, dato che il 56% degli intervistati ha dichiarato di aver subìto ritardi o cancellazioni e il 48% lunghe code in aeroporto.
Eppure i viaggiatori intendono volare più che mai. In media, i passeggeri prevedono di prendere 4,7 voli quest’anno rispetto ai 4,2 del 2019. Questo dato è stato determinato soprattutto dai frequent flyer. Coloro che prevedono di prendere più di 10 voli nel 2023 sono passati dal 6% dei passeggeri nel 2019 al 10% di quest’anno.

Sergio Colella, Presidente Europa di SITA, ha dichiarato: “Alla luce di alcune sfide che gli aeroporti e le compagnie aeree hanno incontrato con la congestione nell’ultimo anno, è incoraggiante per il nostro settore che i passeggeri vogliano continuare a viaggiare e desiderino farlo meglio. Senza dubbio, l’esperienza complessiva del viaggio aereo è e resta un elemento essenziale nel processo decisionale di chi pianifica uno spostamento. Con i passeggeri che manifestano chiaramente l’intenzione di viaggiare con più frequenza quest’anno e l’estate di fronte a noi, il settore del trasporto aereo è fortemente mobilizzato per garantire operazioni regolari ed un’esperienza di viaggio fluida per i passeggeri, ad esempio con una maggiore automazione”.
Colella ha sottolineato che una precedente ricerca di SITA indicava che i CIO di aeroporti e compagnie aeree stavano prendendo sul serio la questione, spingendo sulla digital transformation. Si prevedeva, infatti, che la spesa IT del settore continuasse a crescere costantemente di anno in anno dal 2020 per sostenere la digitalizzazione e l’automazione. L’anno scorso, la spesa IT di compagnie aeree e aeroporti è salita rispettivamente a $37miliardi e $6,8 miliardi.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *