Il brand VISTA annuncia l’apertura di VISTA Ostuni prevista per il 2025. Parte di LarioHotels, gruppo di proprietà della famiglia Passera, che opera nel settore dell’ospitalità da oltre 100 anni e dal 2021 è Società Benefit, VISTA Ostuni rappresenta la terza proprietà 5 stelle lusso firmata VISTA in Italia, dopo la recente apertura di VISTA Verona a maggio 2022 e quella di VISTA Lago di Como a giugno 2018.
I VISTA sono boutique hotels situati in luoghi ricchi di storia e fascino artistico, dove l’ospitalità di lusso non è ancora pienamente sviluppata e dove la crescita del turismo prevista nei prossimi anni richiederà strutture di qualità sempre migliori.

“Con il brand VISTA guardiamo a destinazioni italiane, città d’arte e borghi storici senza ancora un’accoglienza alla loro altezza, nei crocevia di nuovi punti cardinali e di business-tourism in espansione, luoghi con un appeal e raffinatezza proprio come Como, Verona e Ostuni. Proponiamo strutture di ospitalità di grande fascino, palazzi storici, che ristrutturati sono capaci di restituire valore e bellezza al territorio offrendo al tempo stesso ai clienti un’esperienza tutta italiana.” Commenta Bianca Passera, Presidente di LarioHotels.

VISTA Ostuni avrà una location di eccezione, a due passi dalla Città Bianca più famosa d’Italia, immerso nella “Piana degli Ulivi Monumentali”, parte del Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, alle pendici dell’Altopiano delle Murge con diverse centinaia di migliaia di ulivi secolari e a pochi chilometri dalle più belle spiagge della Puglia. Con una superficie di oltre 6.000 mq e 1.700 mq di terrazzi, la struttura sorgerà nella ex Manifattura Tabacchi di Ostuni, un edificio affascinante che, pur nel suo stile essenziale tipico della tradizione pugliese, conserva una lunga storia identitaria della comunità. Anticamente, dal 1300 c.a. al 1595, fu la sede del convento dei Frati Domenicani, impreziosito dalla Chiesa di Santa Maria Maddalena, di cui ancora oggi si trovano porzioni di mura medioevali alle spalle della chiesa attuale.

Successivamente, fu acquistato dall’amministrazione comunale e destinato ad uso civico come ospedale.
L’attuale edificio fu eretto per volere di Suor Maria Raimonda Fuentes a fine ‘800 con lo scopo di farne una casa di riposo, una scuola di educazione al lavoro per fanciulle povere e un orfanotrofio. Tra il 1916 al 1918 l’immobile fu utilizzato come prigione fino a quando, agli inizi degli anni ’20, l’imprenditore Giuseppe Cortese lo acquistò per incrementare la sua attività di manifattura tabacchi, che chiuse definitivamente nel 1968. Da allora è sempre rimasto chiuso in attesa di poter rivivere con una nuova veste.

Oggi, l’edificio dall’architettura così particolare, caratterizzato da un maestoso chiostro ad arcate e alti soffitti interni, si aggiunge al portafoglio di proprietà rivalorizzate da LarioHotels, dimostrando ancora una volta il forte impegno del Gruppo a salvaguardare e riqualificare immobili storici.
Guidato dalla filosofia VISTA, secondo cui è la destinazione ad orientare ogni elemento dell’esperienza, il nuovo hotel permetterà di vivere un soggiorno unico perché fatto su misura dell’ospite, godere di uno spazio privato e del tempo senza fretta, scegliere un luogo dove la cura dei dettagli esalta la bellezza del posto ed è fatta di atmosfera e servizio di eccellenza. E, come le altre proprietà del Gruppo, anche VISTA Ostuni avrà una “vista” che non è solo lo sguardo sulle bellezze paesaggistiche che si possono godere dagli hotel, ma la scoperta del bello e del buono che il territorio ha da offrire, in esperienze uniche e mai uguali a sé stesse.

“Siamo entusiasti per questo ulteriore passo in avanti: VISTA diventa a tutti gli effetti un player nazionale nell’ospitalità di lusso. La Puglia è un mercato molto interessante e in grande fermento, ne è riprova il numero e soprattutto la qualità delle nuove aperture in questi anni, nazionali e internazionali. Con l’apertura di VISTA Ostuni la nostra azienda supererà i 30M di fatturato e i 200 dipendenti. Come stiamo vedendo a Como e Verona, il modello Vista funziona e cresce: portare il lusso dove ancora non c’è, con alberghi che superano il carattere stagionale e che lavorano su ADR paragonabili a città molto più blasonate e battute” ha spiegato Luigi Passera, CEO di LarioHotels.

Quello della sostenibilità è un filo conduttore che accomuna la catena di boutique hotel 5 stelle lusso e tutte le altre strutture del Gruppo LarioHotels, che dal 2021 è diventato ufficialmente Società Benefit, assumendo una forma giuridica virtuosa, che integra nel proprio oggetto sociale oltre agli obiettivi di profitto, un impatto positivo sulla società, sulle persone e sull’ambiente. Quest’anno, il Gruppo ha presentato la prima Relazione di Impatto e Sostenibilità, che ne rendiconta gli obiettivi, le azioni intraprese e i risultati raggiunti.
Rispetto per le persone, impegno per la comunità, cura per le risorse naturali e per il territorio, sono i valori del Brand Vista che saranno trasmessi anche a VISTA Ostuni, a partire dalla strategia di riqualificazione per la conversione dell’Ex Manifattura Tabacchi nel nuovo hotel.

Il progetto si sposa in primis con la sostenibilità ambientale: VISTA Ostuni punta al sigillo LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), protocollo internazionale, sviluppato da U.S. Green Business Council (USGBC), che guida sia il processo di progettazione che di costruzione e gestione per lo sviluppo di un albergo sostenibile. Il raggiungimento della LEED comporterà molte azioni orientate a un migliore utilizzo delle risorse e rispetto per l’ambiente, tra cui la progettazione di aree verdi e la (ri)creazione degli habitat naturali per favorire la biodiversità, interventi di efficientamento energetico e contenimento delle emissioni, l’implementazione di sistemi per ridurre il consumo idrico e l’acquisto di energia verde da fornitori certificati. Inoltre, l’introduzione di parcheggi per biciclette e postazioni di ricarica per auto elettriche saranno una spinta verso l’utilizzo di mobilità alternative.

Responsabile del progetto architettonico è lo studio RMA Roberto Murgia Architetto di Milano.
“Un’architettura nata e pensata per ospitare, intrisa di storia e di memoria, protesa verso il mare. Riportare in vita l’ex Manifattura Tabacchi vuol dire riaprire le porte di questo prezioso edificio, restituirlo alla comunità, riscoprire gli scorci dalle finestre sulla Città Bianca e la piana degli ulivi, valorizzare i suoi caratteri architettonici, disegnare i tagli della luce che inondano le stanze dalle ampie aperture. Lavorare su un edificio storico ci spinge a plasmare le radici culturali, ambientali e sociali che lo hanno fatto nascere per reinventare un nuovo modo di accogliere utilizzando materiali naturali e geometrie tradizionali, forme semplici e dettagli preziosi. Il senso del luogo è l’anima del progetto.” Commenta l’architetto Roberto Murgia, Studio RMA di Milano.
Come da strategia e posizionamento di brand, VISTA Ostuni ospiterà circa 30 camere, tutte di ampia metratura (la superficie media sarà superiore ai 50mq), e un’ampia offerta Food & Beverage, ancora allo studio di definizione. Lo spazio esterno con oltre 16.000 mq di giardino, già in parte disegnato da un’ampia uliveta, sarà riqualificato con piante autoctone, macchia mediterranea e una esclusiva zona dedicata alla tradizione degli orti mediterranei. Completerà l’offerta una grande piscina di oltre 100mq con vista sulla Città e sul mare, un’ampia Spa interna, che comprenderà zona umida, cabine massaggio e una private spa ad uso esclusivo di oltre 40mq, un beauty center e un centro fitness con attrezzature all’avanguardia.
L’operazione è stata seguita dal punto di vista societario e legale da Studio Rock, nelle persone dei partner dott.ssa Paola Favati e avv Alfredo Trotta con i rispettivi Team di lavoro, ed è stata supportata dalla società di consulenza e sviluppo alberghiero Nomade a cura del dott. Fabio Basile.

Autore

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *