Club Med Les Boucaniers, Antille Francesi

Ottime notizie in casa Club Med. Ce le porta Rabeea Ansari, Managing Director Southern Europe & Emerging Markets del Gruppo che per la prima volta, a livello globale, ha realizzato un fatturato semestrale superiore a 1 miliardo di euro (1,061 miliardi). Questo significa un aumento del 32% rispetto allo stesso periodo del 2022 e del 20% rispetto al 2019, prima della pandemia. L’utile operativo è stato di 159 milioni, mentre l’EBITDA adjusted (margine operativo lordo rettificato) è di 265 milioni di euro. La capienza dei resort è aumentata del 13% rispetto al 2022 ed è tornata al 99,2% rispetto al livello del 2019.
Un risultato record per un semestre che ha visto crescere la clientela del 28% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e del 2% rispetto al livello pre pandemia. Questo aumento è dovuto principalmente agli investimenti effettuati negli ultimi anni per aggiornare l’offerta di resort sulle Alpi e all’apertura di nuove strutture a livello globale. «Ma anche ad elementi di forte impatto psicologico, – sottolinea Rabeea Ansari – perché il Club Med è rassicurante, con la sua esperienza di più di settant’anni, e garantisce un’alta qualità e una tranquillità a livello costi con la formula All Inclusive che è importantissima in un contesto di inflazione come quello che stiamo vivendo. Oltre ad offrire un’ampia scelta di vacanze al mare o in montagna con i suoi 75 resort sparsi in tutto il mondo».

Club Med Kani, Maldive

I trend della clientela italiana

«Per quanto riguarda l’Italia, – prosegue Ansari – sono davvero soddisfatta dei risultati. La clientela è cresciuta del +68% nel primo semestre del 2023 rispetto al primo semestre 2022, con una netta preferenza degli italiani verso le mete a lungo raggio (+58%), soprattutto quelle raggiungibili senza passaporto, dati i problemi connessi ai rilasci vissuti negli ultimi mesi in Italia». In testa ci sono le Antille Francesi in generale (+107%) e Les Boucaniers in Martinica in particolare (+168%). Altre destinazioni gettonate sono state Michès in Repubblica Dominicana, le Seychelles e le Maldive, mete tradizionalmente apprezzate dagli italiani.
«Italiani che per il 35% scelgono il prodotto top di gamma del Club Med, l’Exclusive Collection, che riunisce quei resort che offrono alla clientela un servizio e una qualità di altissimo livello senza dimenticare i valori fondanti del Club Med, la convivialità e le attività, che lo distinguono da tutti gli altri operatori del settore All Inclusive». Un segmento, quello dell’Exclusive Collection, che tra l’altro garantisce al Gruppo una più alta marginalità.

Club Med Tukuoise, Turk and Caicos

L’estate passata e le previsioni per l’inverno

Sempre per quello che riguarda l’Italia, il 17% in più ha scelto quest’estate il resort di Cefalù, in Sicilia, il primo Exclusive Collection d’Europa, mentre l’inverno segna un +20% di prenotazioni in montagna, grazie alla formula All Inclusive che include nel forfait 25 ore di lezioni di sci e snowboard e lo skipass. Sono 14 i resort nelle Alpi, suddivisi fra Francia, Italia e Svizzera, con la possibilità per chi prenota di essere spostato su un altro resort in caso di mancanza di neve. Bene anche il lungo raggio (+10% per il mercato italiano contro al +6% a livello globale).

Il rapporto con le agenzie

Il 50% del fatturato in Italia proviene dalle agenzie, cui a inizio ottobre è dedicata la convention annuale che si terrà a Cefalù (doveva essere a Marrakech, come avevamo annunciato a maggio, ma naturalmente è stata spostata a causa del terremoto, ndr.) Sono 18 le agenzie top che fanno parte del Trident Club e che generano più della metà del fatturato proveniente dall’intermediato (52%). A loro sono riservati inviti prioritari nei fam trip e over commission.

Club Med Les Rosiers, Francia

Ultima ora

È di una settimana fa la firma per la costruzione di un resort esclusivo in Sud Africa, e più precisamente a mezz’ora di strada da Durban nella regione del Kwa-Zulu Natal, che aprirà nel 2026. Il nuovo resort, 4 Tridenti, si chiamerà Tinley e sorgerà su un terreno di 32 ettari affacciati sulla costa che gode di 300 giornate di sole all’anno. 342 camere e 64 suite, una parte dedicata all’Exclusive Collection, due ristoranti e una Spa. A tre ore di distanza, un game lodge offrirà la possibilità di soggiornare nel cuore del bush e ammirare i Big Five che popolano la savana.
Tinley sarà il primo resort che propone ai suoi ospiti una scuola di surf, che incarna alla perfezione il concetto di “Esprit Libre” che è il claim della campagna di comunicazione internazionale appena lanciata.

Rabeea Ansari, Managing Director Southern Europe & Emerging Markets

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *