Cerimonia della consegna a Saint Nazaire, il 31 maggio 2023, di Msc Euribia, ultima nata della classe Meraviglia, seconda nave alimentata a LNG e 22esima della divisione Msc Crociere. Gianluigi Aponte ha preso in consegna la nave presso gli Chantiers de l’Atlantique, e ha affidato alla sua nipotina Maya, figlia di Diego, l’emozionante rito del taglio del nastro.
Perché Msc Euribia guarda al futuro ed è stata progettata pensando alle nuove generazioni, con tecnologie che potranno adattarsi alle nuove evoluzioni nel campo della ricerca di combustibili sempre più green. La nave, spiega una nota, «è stata progettata pensando al futuro, in modo da poter incorporare facilmente le prossime innovazioni in materia di sostenibilità come i carburanti sintetici a zero emissioni e altri carburanti alternativi, non appena saranno disponibili su scala».

Gianluig Aponte con la nipotina Maya, madrina della consegna di MSC Euribia, al momento del taglio del nastro

Lo spiega bene Pierfrancesco Vago, Executive Chairman della Divisione Crociere del Gruppo MSC, che dichiara: «Con la consegna di MSC Euribia abbiamo fatto un altro enorme passo avanti verso il nostro obiettivo di zero emissioni nette di gas serra. Oltre alle numerose innovazioni ambientali di prim’ordine, MSC Euribia presenta un design ad alta efficienza energetica che consentirà di ridurre enormemente le emissioni di gas serra nel corso della sua vita. Spesso l’attenzione per la decarbonizzazione si concentra esclusivamente sulle misure relative all’offerta e, sebbene queste rappresentino una parte importante della transizione energetica, non dobbiamo dimenticare il ruolo essenziale che l’efficienza energetica svolgerà oggi nel ridurre la domanda di energia. L’energia più pulita è quella che non usiamo e MSC Euribia è stata costruita tenendo conto di questo principio. Ecco perché, con la sua entrata in servizio, si celebra un ulteriore passo verso il nostro obiettivo di raggiungere operazioni marine a zero CGH entro il 2050. Per noi è importante che le navi costruite oggi siano pronte ad accogliere i nuovi carburanti sostenibili che si profilano all’orizzonte. Vogliamo inoltre garantire il veloce riadattamento alle nuove tecnologie che contribuiranno a ridurre le emissioni di gas serra fino a un totale abbattimento. MSC Euribia è una nave costruita pensando al futuro».

In una intervista a Qualitytravel, Pierfrancesco Vago parla anche delle ricerche che stanno facendo in Msc per creare delle tecnologie a celle combustibili in grado di trasformare a bordo l’LNG in combustibile a idrogeno. Tecnologie che dovrebbero essere implementate sulle navi della classe Explora Journeys V e VI, che potrebbero essere messe in cantiere nel futuro (per ora la classe Explora Journeys, il brand di lusso e lyfestile di MSC, prevede la costruzione di 4 navi: la Explora I appena terminata­­­­ a Fincantieri, le navi Explora II, III e IV che saranno costruite nei cantieri di Sestri Ponente, dove è stata fatta la cerimonia della moneta per la Explora II, ndr.).

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises

Vago insiste anche sul fatto che non si deve parlare solo di combustibile nella ricerca dell’efficienza energetica, ma bisogna lavorare sulla riduzione dei consumi, gli impianti di trattamento delle acque reflue e dei rifiuti, l’utilizzo di vernici di nuova generazione che non rilascino acidità nel mare. MSC Euribia è attualmente la nave da crociera più efficiente dal punto di vista energetico mai progettata. Raggiungerà un indice IMO di efficienza energetica (EEDI) migliore del 55% rispetto a quello attualmente richiesto e si prevede che sarà la nave da crociera con le migliori prestazioni al mondo al momento del battesimo. MSC Euribia emetterà fino al 19% in meno di emissioni di gas serra per passeggero al giorno rispetto alle sue navi gemelle che utilizzano combustibili marini convenzionali. MSC Euribia emetterà fino al 44% in meno di emissioni di gas serra per passeggero al giorno rispetto alle navi costruite solo 10 anni fa.

Il viaggio di MSC Euribia a zero emissioni di gas serra

Un tema, quello della sostenibilità ambientale e dell’efficienza energetica, molto sentito in MSC, che infatti compirà con Euribia, nel trasferimento dai cantieri di Saint Nazaire ad Amsterdam, la prima crociera al mondo utilizzando un combustibile bio-LNG ottenuto da bio gas rinnovabile che raggiungerà le zero emissioni nette di gas serra (GHG), per dimostrare che oggi una crociera totalmente sostenibile è realtà.
MSC Euribia può essere alimentata con gas naturale liquefatto (LNG), che elimina quasi totalmente gli ossidi di zolfo e il particolato e riduce gli ossidi di azoto dell’85%. Inoltre, riduce le emissioni di gas serra fino al 20% (su base equivalente di CO2). L’LNG è un combustibile di transizione: la tecnologia dei motori di bordo e i sistemi di alimentazione possono utilizzare già oggi LNG bio e sintetico. In futuro, il design delle navi potrà essere adattato per consentire alle navi alimentate a LNG di operare con metanolo verde.
MSC Crociere si impegna a utilizzare combustibili rinnovabili drop-in e ad accelerare la transizione energetica verso l’abbattimento delle emissioni. L’intera catena di approvvigionamento sarà pienamente conforme alla Direttiva UE sulle energie rinnovabili (RED II) e ogni singolo lotto del bio-LNG prodotto è stato certificato dall’ International Sustainability & Carbon Certification (ISCC). La Divisione Crociere del Gruppo MSC si è impegnata a raggiungere l’azzeramento delle emissioni di gas serra delle sue operazioni marine entro il 2050. L’intensità delle emissioni delle sue operazioni navali è diminuita del 33,5% dal 2008 e raggiungerà una riduzione del 40% prima dell’obiettivo fissato dall’IMO per il 2030. MSC sta collaborando con i fornitori di carburante e con altri soggetti per l’utilizzo di carburanti sostenibili drop-in, come i biocarburanti avanzati e il biogas. In prospettiva, il metanolo verde contribuirà probabilmente alla decarbonizzazione, così come gli e-carburanti sintetici come l’idrogeno verde e l’eLNG. Il suo obiettivo è lo sviluppo di soluzioni scalabili che possano essere utilizzate universalmente.

Le madrine di MSC World America Silvia Tubia di MSC Cruises e Séverine Blandin dei Chantiers de l’Atlantique

La Cerimonia della Moneta di MSC World America

Parallelamente alla consegna di MSC Euribia si è svolta anche la coin ceremony di MSC World America, la 23° nave del gruppo e la terza a LNG della flotta di MSC Crociere che sarà basata negli Stati Uniti. La nuova nave, la cui consegna è prevista per il 2025, presenterà molte delle innovazioni ambientali presenti su MSC Euribia, ma con l’aggiunta di ulteriori novità, come la tecnologia che consente di eliminare virtualmente il metano prodotto dal GNL quando è in funzione. Le due madrine di questa tradizionale cerimonia sono state Silvia Turbia della Divisione Crociere di MSC e Séverine Blandin di Chantiers de l’Atlantique. Nell’occasione, Henri Doyer, Chantier de l’Atlantique MSC Program Director, ha commentato: «Questa 19esima nave – la seconda della serie World Class – è il risultato di una lunga collaborazione tra MSC Crociere e Chantiers de l’Atlantique. Sono entusiasta di annunciare che MSC World Europa, MSC Euribia e MSC World America sono le 3 navi più efficienti dal punto di vista energetico e più rispettose dell’ambiente dell’industria crocieristica».

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

    Visualizza tutti gli articoli

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

    Visualizza tutti gli articoli
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *