palazzo dell'enac, fonte: wikipedia

Il Presidente Enac Pierluigi Di Palma è intervenuto alla cerimonia di inaugurazione della Fiera del Turismo di Rimini, TTG Travel Experience, in programma fino al 14 ottobre, nonché a un convegno sull’ambiente e sulle politiche di sostenibilità.
”Nel mondo del trasporto aereo del post pandemia – afferma Pierluigi Di Palma – nulla è più come prima: oggi c’è molta energia, ci sono molti giovani che vogliono ricominciare a viaggiare e c’è il tentativo da parte nostra di cogliere al meglio i nuovi viaggiatori.
Il sistema in questi anni ha retto e le nostre previsioni per il 2023 sono ottimistiche. Il trasporto aereo ha una forte esigenza di crescita che deve trovare delle risposte per garantire un futuro al settore. E poiché il trasporto aereo anticipa i cicli economici e dunque nel prossimo anno andremo ben oltre i numeri del 2019”.
“L’Enac – aggiunge il Presidente – sta cercando di dare delle risposte anche con il futuribile del trasporto aereo. Dietro l’angolo abbiamo percorsi legati all’innovazione tecnologica che, oltre a riconciliare il trasporto aereo con l’ambiente, permetteranno collegamenti diversi. L’Enac, infatti, sta introducendo degli elementi di novità. Abbiamo l’idea, ad esempio, di creare e favorire un network di aviazione generale sull’Urbe per connettere le piccole città, per collegare anche “in orizzontale” il nostro Paese.
Bisogna introdurre una cultura del volo e il Piano Nazionale degli Aeroporti presentato al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili oltre a declinare l’integrazione intermodale con il ferro, sviluppa anche un’integrazione aria-aria.
L’idea di sintetizzare il sistema in reti aeroportuali è il fulcro del PNA che mira alla riconciliazione con l’ambiente e alla tutela del passeggero, con aeroporti di qualità pronti ad accogliere un traffico ingente nei prossimi anni”.
L’Enac è presente al TTG di Rimini con un proprio stand in cui personale dell’Ente è a disposizione dei visitatori per fornire informazioni sui diritti dei passeggeri e, più in generale, sulla sicurezza del settore.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *