Se già nel 2022 gli italiani erano tornati a viaggiare, specialmente per motivi di studio, l’estate 2023 mostra come le partenze per i corsi di lingua all’estero, individuali o di gruppo, stiano vivendo una vera e propria crescita esponenziale, con un incremento di oltre il 50% rispetto allo scorso anno.
Secondo l’osservatorio privilegiato di EF Education First, l’organizzazione internazionale specializzata nei corsi di lingue all’estero per ogni età ed esigenza, l’Inghilterra è il Paese dove la maggior parte degli italiani vogliono andare per perfezionare il loro inglese, nonostante la Brexit. Il 45% degli iscritti ai programmi EF ha infatti scelto Londra, Oxford, Cambridge e Brighton, che già da metà giugno hanno fatto registrare il tutto esaurito.
Ma nessuna delle città inglesi può vantare i numeri da capogiro di Malta e Dublino, che quest’anno superano anche New York sempre al primo posto per gli italiani che viaggiano oltreoceano.
Questa eclatante ripresa dei corsi di lingua all’estero, in particolare per l’inglese, è sicuramente guidata dall’importanza che questo tipo di esperienza riveste nella formazione delle giovani generazioni. Chi partecipa infatti a programmi di vacanze studio all’estero, ha modo di sviluppare una forte motivazione e fiducia nelle proprie possibilità, che si traducono in un miglioramento del rendimento scolastico e in una capacità di affrontare in modo più consapevole le scelte per il futuro, avendo più chiari i propri obiettivi.

Autore

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *